Come vincere la propria timidezza

La timidezza è una sensazione spesso di inadeguatezza che porta le persone, soprattutto in giovane età, a rinchiudersi molto e ad evitare il contatto con gli altri oppure nel caso in cui non arrivi ad essere così invalidante, comunque provoca una non partecipazione o partecipazione limitata alle conversazioni e questo per paura che gli altri possano trovare poco interessante ciò che dobbiamo dire.
Per esperienza di solito con il passare degli anni essa scompare perchè si acquista con la vita e le sue esperienze una maggiore sicurezza e si tende a temere meno il giuidizio dell’ altro, ma per il momento in cui la timidezza invece permane essa deve essere affrontata ma cercando comunque di non farne un dramma e di non cadere in eccessi contrari solo per mostrarsi forti.
Un segreto per combattere la timidezza è capire essa da cosa deriva, ovvero cosa ci fa sentire inadeguati e quindi concentrarci su quel determinato aspetto per poterlo superare, se ad esempio il problema è un’ inadeguatezza di tipo fisico occorre accettare questo lato del proprio essere cercando, per ciò che si può di migliorarlo, ma allo stesso tempo ironizzando sui difetti che non possono essere eliminati in modo naturale, anche l’ aspetto fisico con il tempo diventerà un pezzo importante del nostro essere e della nostra personalità ed essere tutti uguali ad uno stereotipo, dettato magari dalle mode, alla fine senza dubbio ci rende poco interessanti. Di sicuro sotto questo punto di vista non esistono persone perfette e basta guardarsi intorno per capire che anche le persone non perfette riescono ad essere amate e ad avere amici e la stima di chi li circonda e quindi anche per noi sarà così. Nel mio caso è stato difficile, ma dopo che ho fatto pace con il mio corpo ho imparato a ridere dei difetti e non farne un dramma, anche se mi è servito del tempo. Il vantaggio è stato quello di aver imparato ad essere me stessa e inoltre ho capito che chi ti cerca, o allontana, solo per l’ aspetto fisico non merita alcun tipo di stima, meglio accorgersene prima perchè quello stesso amico nel momento del dolore senza dubbio ti abbandonerà anche se hai il corpo di un modello.
In alcuni casi invece a provocare la timidezza è il ritenersi inadeguati rispetto agli altri dal punto di vista intellettivo, al punto che possiamo restare bloccati oppure iniziare a balbettare mentre si parla. Per superare questa forma di incertezza è necessario aumentare la propria autostima e per fare ciò è necessario mettersi alla prova anche se vi è il rischio di fallire, occorre comunque provarci. Occorre anche impegnarsi molto, lo svantaggio sarà la stanchezza e il sudore che occorre per dimostrare a se stessi che non si è esseri inferiori, ma di sicuro il vantaggio sarà una maggiore stima di sé e questo corrisponde ad una maggiore facilità nel relazionarsi con gli altri perché non ci si sente inadeguati al confronto.
Una cosa importante da fare nei rapporti con gli altri è abituarsi sempre a guardare negli occhi le persone che abbiamo di fronte di sicuro all’ inizio questo potrà risultare difficile ma con il tempo farete l’ abitudine.

mm

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>