Come vincere la paura di invecchiare

Come si può provare a sconfiggere la paura di invecchiare? Occorre dire che siamo in presenza di una preoccupazione che per molti aspetti fa parte della natura stessa del genere umano. Non solo nella cultura occidentale, infatti, ma nella maggior parte delle civiltà, anche nelle civiltà più antiche, è possibile rintracciare un insieme di rituali e pratiche finalizzati, in un modo o nell’altro, a trovare un modo per fermare il passare del tempo, e in generale e cancellare i segni del tempo sul proprio corpo. Sia da morti, con la pratica dell’imbalsamazione tipica della civiltà egizia, sia da vivi, ricorrendo a trucchi e varie decorazioni. Ma come si vince, in sintesi, la paura di invecchiare? È bene per prima cosa essere consapevoli del fatto che la terza età, o vecchiaia, a seconda di come la si voglia chiamare, non è altro che un semplice passaggio, come l’infanzia o come l’adolescenza. C’è chi prova a vincere questa preoccupazione ricorrendo a soluzioni di carattere estetico, vale a dire con la chirurgia. In realtà, il modo migliore per sconfiggere la paura della vecchiaia, che in ultima analisi corrisponde all’opportunità di trascorrere questo periodo della vita in serenità, è necessario provare a rispettare il proprio corpo fin dagli anni della gioventù, andando a soddisfare, per quanto possibile, le sue esigenze. Attività sportiva svolta con una certa regolarità, dieta equilibrata e regime alimentare corretto, riduzione delle situazioni che provocano stress: sono tutti accorgimenti che ci permettono di sconfiggere questa paura molto razionale. Non dobbiamo tralasciare il fatto, poi, che spesso la paura di invecchiare è correlata alla paura di ammalarsi, di avere una salute cagionevole, di contrarre qualche brutto male. Ciò spiega il motivo per cui adottare uno stile di vita corretto fin da piccoli può contribuire a rasserenarci sotto questo punto di vista: un percorso sereno e salutare porta a invecchiare in maniera naturale, rimanendo consci del fatto che si è fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità per vivere in maniera sana. La maniera migliore, più consigliata, per riuscire a scacciare questa paura corrisponde, dunque, a prendersi cura di sè, del proprio corpo, delle proprie emozioni, delle proprie esigenze. Nel caso in cui, comunque, ciò non dovesse bastare, sarà necessario aggiungere, come dire, un mattone successivo: vale a dire, prendersi cura di qualcun altro. E’ sotto gli occhi di tutti, infatti, come una persona anziana abbia la possibilità di trovare rinnovato vigore non appena diventa nonna. Dunque, la cura e l’attenzione rivolta a un’altra persona rappresentano un ottimo medicinale: e visto che non tutti possono avere nipotini, potremo cercare un lavoro come baby sitter o come balia oppure ancora fare volontariato in qualche centro che accoglie persone disabili o in qualche casa di riposo. Dedicare la propria vita a chi è meno fortunato di noi, in sintesi, sarà senza dubbio molto utile per accettare con maggiore serenità l’arrivo della vecchiaia: un passaggio dell’esistenza, che solo perché è l’ultimo non è detto che debba essere per forza quello più brutto o quello meno sereno.

inv

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>