Come verniciare una ringhiera di ferro

Verniciare una ringhiera in ferro potrebbe sembrare un lavoro difficile, in realtà bastano pochi accorgimenti per ottenere risultati professionali.
Se la ringhiera che dobbiamo verniciare è nuova e quindi appena uscita dall’officina del fabbro, molto probabilmente sarà unta di olio; si tratta di uno speciale lubrificante che previene l’arrugginimento del ferro in attesa che venga montato e verniciato. Quindi prima di procedere con la pittura occorre sgrassare a dovere la ringhiera utilizzando uno straccio imbevuto di diluente nitro; è sconsigliabile utilizzare l’acquaragia che invece, essendo oleosa, non possiede un potere sgrassante. Fatta questa operazione, si può procedere con la stesura di un antiruggine al minio di piombo, più resistente di quello tradizionale e quindi più indicato per l’esterno. Si raccomanda di diluire l’antiruggine con acquaragia in modo tale che non risulti troppo denso e che renda la stesura uniforme e scorrevole. In questa fase è bene prestare attenzione ad eventuali imperfezioni del ferro; se sono presenti fori anche di piccole dimensioni è necessario stuccarli con del silicone acrilico verniciabile oppure con dello stucco metallico bicomponente tenendo presente che, scegliendo la seconda possibilità, è fondamentale eliminare gli eccessi di stucco con della carta vetrata. Completate queste operazioni si può procedere con la verniciatura a smallto sintetico del colore preferito; anche in questo caso è necessario diluire lo smalto con acquaragia e sceglierne uno di alta qualità che sia lucido e quindi assolutamente impermiabile all’acqua.
Se la ringhiera da verniciare è vecchia invece, bisognerà procedere in maniera completamete diversa. La prima cosa da fare è passare per tutta la superficie della ringhiera della carta vetrata a grana spessa senza trascurare nessun anfratto, specie per le ringhiere più lavorate. Dopo si può procedere con la stesura dell’antiruggine sui punti in cui è visibile del ferro completamente scoperto o sui punti particolarmente arrugginiti. Si potrebbe anche sverniciare completamente il corrimano che di solito è la parte più consunta dalle intemperie servendosi di un apposito sverniciatore in gel che deve essere steso sulla superficie e lasciato agire. Lo sverniciatore renderà il vecchio smalto facilmente removibile con l’aiuto di una spatola, dopo si dovrà applicare il consueto antiruggine. Completate tutte queste operazioni si può procedere alla verniciatura con lo smalto sintetico come spiegato sopra.
Oltre a prestare cura nell’esecuzione del lavoro, si raccomanda di indossare dei guanti e coprire con cura il pavimento o le superfici che potrebbero entare in contatto con il colore; ad ogni modo eventuali macchie di smalto o antiruggine possono essere facilmente eliminate con acquaragia o diluente. I pennelli che devono essere utilizzati per l’applicazione dei prodotti devono essere piatti, a setole rigide e non troppo grandi; potrebbe essere utile procurarsi un pennello a pipa che consenta di entrare agevolmente negli spazi più piccoli o difficili da raggiungere. Tutti i prodotti sono di facile reperibilità e possono essere acquistati nella ferramenta o nei grandi centri spacializzati nel fai da te.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>