Come vendere casa continuando ad abitarla

In questa breve guida vorrei spiegarvi com’è possibile vendere la propria casa pur continuando ad abitarla.
Ci sono diversi metodi, oggi però vi proporrò quelli più conosciuti e sicuri.
Il primo metodo prende il nome di vitalizio e riguarda tutti coloro che hanno compiuto almeno 65 anni di età. In questo caso, basterà recarsi in una banca o in una finanziaria che ci concederà un mutuo pari fino al valore della casa. I soldi concessi dalla banca o dalla casa potranno essere spesi come si vuole. Questi soldi non si dovranno restituire alla banca o alla finanziaria, quindi niente rate mensili né interessi; inoltre, si potrà continuare ad abitare presso la propria casa. Alla morte del pensionato, gli eredi avranno due possibilità di scelta: o lasciare la casa alla banca oppure vendere la casa e pagare la banca o la finanziaria. La pratica del vitalizio è un meccanismo molto diffuso soprattutto nei paesi anglosassoni, ancora molto poco in Italia. E’ un meccanismo molto utile in quanto consente all’anziano di affrontare eventuali spese mediche, integrare la propria pensione o semplicemente concedersi qualche lusso. Uno dei svantaggi del vitalizio è che le banche o le finanziarie tendono a sottostimare il valore del vostro immobile al momento di richiedere il prestito.
Ma anche i “giovani” possono vendere la propria casa pur continuando ad abitarla; si tratta del meccanismo della nuda proprietà. Questo meccanismo è da sempre esistito, solo che in questi ultimi anni, la crisi finanziaria e le sempre maggiori difficoltà ad ottenere mutui da parte dei lavoratori hanno fatto si che questo meccanismo si sia diffuso in Italia a ritmi molto elevati.
Ma cerchiamo di capir più nel dettaglio come funziona il meccanismo della nuda proprietà. Il proprietario di una casa che ha bisogno di soldi liquidi ma non può permettersi di lasciare la propria casa, può decidere di vendere la “nuda proprietà” dell’abitazione e non l’abitazione vera e propria. In questo caso, il proprietario della casa venderà la propria casa ad un prezzo inferiore a quello del valore di mercato dell’immobile ed otterrà, in cambio, dal compratore la possibilità di continuare ad abitare in quella casa fino alla morte. Il meccanismo della nuda proprietà presenta molti vantaggi ma anche molti svantaggi soprattutto per chi acquista. Se da un lato, infatti, con il meccanismo della nuda proprietà, l’acquirente riesce ad acquistare una casa a buon prezzo (ad esempio una casa del valore di 200 mila euro, viene acquistata ad 80 mila euro); dall’altro lato bisogna ricordare che si entrerà in possesso della casa solo alla morte dell’inquilino (ciò significa che potrebbero passare moltissimi anni). E anche vero che se l’acquirente non ha bisogno della casa, l’acquisto della nuda proprietà può diventare un modo di investire il proprio denaro negli immobili.
In ogni caso, sia che decidiate di usare il meccanismo del vitalizio, sia che decidiate di usare, invece, il meccanismo della nuda proprietà affidatevi sempre a persone competenti e leggete con attenzione le clausole del contratto.

vendere-casa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>