Come vedere il miraggio della fata morgana

Fata Morgana, personaggio della mitologia celtica legata alla famosa saga di Avalon e di Re Artù, di cui era sorella. Su di lei si è scritto tanto, è stata dipinta come fata e anche come maga, i pareri discordanti però non hanno impedito di rendere il suo personaggio famoso in tutto il mondo. Ebbene tutti almeno una volta hanno sentito parlare della magica isola di Avalon ultimo baluardo della religione della dea madre, e difesa della britannia.
Sin da bambina fu mandata in questa isola per diventare poi sacerdotessa, lì insieme ad altre giovinette iniziò il suo addestramento aiutata anche dai druidi che insegnavano loro storia, canto, e musica così da poter tramandare oralmente attraverso poemi, canti e ballate lo splendore di avalon e la storia della britannia tiranneggiata in attesa di un vero re che la liberasse dagli invasori e governasse con criterio e umiltà un popolo sofferente. Morgana cresceva e acuiva le sue doti magiche, poteva fluttuare a qualche centimetro da terra, aveva il dono di guarire, raccoglieva erbe e preparava pozioni benefiche. Giunse persino a fare amicizia con un prete cattolico che viveva in una collinetta ai margini del folto bosco dell’isola, da esso trasse insegnamenti e l’arte della ponderazione. Di tanto in tanto si assentava per andare ad assistere Merlino e imparare la sua arte, il mago ben volentieri la accoglieva e metteva a disposizione il suo sapere, Morgana cresceva splendida e sempre più bella affinando le sue arti magiche, l’unica cosa che la angustiava era dover passare tanto tempo lontana dal fratello più piccolo che amava molto. In alcuni racconti si narra che durante una festa ad avalon Morgana e Artù ebbero un rapporto incestuoso che portò alla nascita di un figlio, e da lì scaturisce l’odio di Morgana per tutta la famiglia, i due ragazzi travestiti da elementi della natura non si riconobbero, solo in seguito ella capì cosa era successo decidendo di vendicarsi su tutti, primo merlino, poi Ginevra amata moglie di Artù, molti storici hanno cercato di dare un senso a questa storia, ma la penna degli scrittori ha sempre confuso ancor di più i fatti. Quindi in base a quanto narrato Morgana inizia il suo percorso di vendetta diventando da splendida fata una maga cattiva e vendicativa, seminando morti in nome del suo amor proprio ferito. Uno di questi casi si riferisce proprio al famoso miraggio di Morgana. La leggenda vuole che durante un attacco da parte dei barbari nel mese di agosto il re barbaro sconfitto e senza mezzi vide il monte Etna, in Sicilia, e dalla costa calabra si chiedeva come raggiungerla, ad un tratto gli apparve una donna bellissima, Morgana, che con un incantesimo gli fece apparire l’isola così vicina da poterla raggiungere facilmente a nuoto, allora il re si tuffò e poco dopo l’incantesimo si ruppe e il re affogò. Tutto ciò è spiegato con il fenomeno della rifrazione che ancora oggi si ripete e vanta molti testimoni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>