Come utlizzare Blender

Blender è un programma di grafica e animazione 3D Open Source. Di solito le caratteristiche presenti su Blender, le si possono trovare solamente nei programmi a pagamento. E’ uno strumento veloce e potente e soprattutto alla portata di tutti quelli che vogliamo lavorare e divertirsi nel mondo della tridimensione. Blender è un insieme di strumenti utilizzati per la creazione di un’ampia gamma di contenuti 3D, offre funzionalità di modellazione, rendering e animazione. Può essere utilizzato per creare visualizzazioni, sia di diapositive che di video con qualità televisiva, mentre il motore 3D permette la creazione di contenuti interattivi per riproduzioni stand-alone. E’ dotato di una piattaforma integrata, che offre una vasta scelta di strumenti essenziali per creare contenuti 3D, ha una multi piattaforma con GUI basata su OpenGL. Precisa architettura 3D di alta qualità che permette la creazione veloce ed efficace di un flusso lavorativo. Ha un canale di supporto per qualsiasi domanda e chiarimento, tramite il sito ufficiale. Una community di oltre 250.000 persone in tutto il mondo. Durante la lavorazione delle immagini inoltre, è possibile lavorare con più di un solo livello, ha il supporto di una grande varietà di primitive geometriche, includendo anche le mesh poligonali, le nurbs e i font vettoriali.

Gestione semplicissima dell’editing video, motore di rendering interno ed integrazione esterna, inoltre converte numerosi formati per applicazione 3D, ad esempio Wings3D, Lightwave, directX e molti altri ancora. Con Blender si ha la possibilità di espandere la capacità del programma grazie allo script in Python, l’uso di plug-in per il post produzione, il rendering per creare panorami da esplorare in 3D e anche il rendering per la simulazione dell’illuminazione. Sono presenti moltissimi strumenti per gestire tutte le animazioni, come quelli delle armature o la gestione dei keyframe. C’è anche la possibilità di integrare degli script per controllare numerosi aspetti del programma, caratteristiche interattive, le quali permettono la creazione di applicazioni real-time o la creazione di giochi. E’ possibile scaricare Bendler da molti siti internet, ovviamente anche dal sito ufficiale; la sua grandezza è di solamente 5 Mb. Disponibile sia come codice sorgente, che come eseguibile binario. Di quest’ultimo, sono disponibili sei versioni base, ovvero: la versione Windows; quella Linux; MacOSX; FreeBsd; Irix; e per finire la versione Solaris.

La versione Linux è disponibile in quattro differenti sotto versioni, per architetture PowerPc e Intel, con librerie statiche o caricate dinamicamente. C’è una grande differenza tra la versione dinamica e quella statica, infatti la versione statica ha le librerie interne, in modo da far girare Blender senza usare ulteriori acceleratori di grafica. Si usa questa versione per controllare se il programma gira quando fallisce la versione dinamica.

blender

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>