Come togliere una spina dal dito

Quante volte ci sarà capitato di ritrovarci  una spina nel dito o na piccola scheggia di legno.

Spesso accade, soprattutto, quando ci stiamo cimentando con assi in legno o occupandoci di giardinaggio. Talvolta il toglierle non è un problema, perchè le stesse non si sono completamente introdotte nella pelle e fuoriescono da essa.
Non è raro, però, l’eventualità che, cercando di togliersele, la parte che fuoriusciva si spezzi lasciando un piccolo tratto di spina conficcato nella pelle.
In questi casi non ci rimane che trovare qualcuno che ci possa aiutare a rimuoverla perché e difficile, se non impossibile, operare con una sola mano.

Dunque se riusciamo ad individuare una parte che fuoriesce dalla pelle, possiamo limitarci ad  utilizzare anche la pinzetta che siamo soliti adoperare per le sopracciglia. Basterà avere occhio per individuarla, afferrarla, stringerla ed estrarla. Poi occorrerà disinfettare la parte interessata con l’’alcol o con uno dei tanti disinfettanti che non bruciano. Operazione più semplice se, prima di procedere, si immerge il dito nell’’acqua. Così facendo, infatti, la pelle si ammorbidisce un po’’ e dovrebbe risultare  più facile estrarla.
Un altro metodo che vi consiglio è quello di immergere il dito interessato nell’’olio, poichè nel caso la spina non si sia introdotta del tutto nella pelle, dovrebbe uscire da sé.

Diventa più complicato estrarre la spina o la scheggia quando, invece, questa rimangaincagliata nell’’epidermide. In questo caso bisognerà ricorrere ad un altro metodo. Non serve più la pinzetta bensì un ago, meglio ancora se sterilizzato sulla fiamma del fornello o di un accendino, oppure con un batuffolo di cotone e del disinfettante.
A questo punto il consiglio è di inforcare un bel paio di occhiali, soprattutto se vi trovate con la vista traballante e di esporvi in piena luce. Adesso occorre procedere con attenzione e con gesti decisi e nello stesso tempo morbidi, onde evitare di peggiorare la situazione.
Con la punta dell’ago bisognerà bucare leggermente il primo strato della pelle attorno il punto in cui si è infilata la spina. Si procederà così anche in altri punti di pelle vicini e fino a quando la spina non risulterà ben visibile. Non appena questa sarà riaffiorata basterà toglierla via con l’ago stesso per poi passarlo a disinfettare sempre col cotone idrofilo imbevuto di alcol.
Se si è piuttosto sfortunati potrebbe capitare, invece, che questa si infili nel derma, ovvero nello strato ancora più profondo della pelle. Beh, in quel caso vi consiglio di rivolgervi al medico perché è possibile rimuoverla soltanto con un piccolo intervento ambulatoriale.

Vi ricordo anche di fare attenzione quando si tratta di legno vecchio perché è possibile prendersi il tetano e soprattutto se non si è adeguatamente vaccinati.

 

togliere spine

1 comment

Leave Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>