Come tenere correttamente un flauto

Il flauto è un noto strumento musicale del tipo aerofono, dotato di un foro (come un fischietto) che serve per suonarlo. Grazie al movimento dell’aria all’interno e all’abilità del musicista, che modula il suono tappando con le dita i vari fori (8 in tutto, 7 anteriori, 1 posteriore), possiamo udire un suono molto orecchiabile.

Esistono vari tipi di flauti: principali essi vengono divisi in due grandi categorie, flauti dolci e flauti traversi. I primi vengono tenuti frontalmente, gli altri invece lateralmente.

Se avete acquistato un flauto, per imparare a suonarlo bisogna saperlo tenere correttamente, saper fare il dovuto movimento delle dita, tenere una postura corretta. Le basi per imparare correttamente e in fretta sono appunto queste, vediamo un po’ come fare.

Il flauto dolce bisogna tenerlo frontalmente dritto poggiato sulle labbra, le dita della mano sinistra, indice, medio e anulare, coprono i tre fori superiori dello strumento, gli altri quattro inferiori vengono coperti dalle dita della mano destra (il pollice destro sorregge il flauto), il pollice sinistro invece chiude il foro posteriore.
Allenatevi inizialmente a posizionare bene le dita e a provare a muoverle per chiudere correttamente i fori uno per uno.
Per iniziare a suonare, poggiate il flauto sulle vostre labbra, meglio un po’ sotto, come se fosse un fischietto. Prendetelo con entrambe le mani, cercate di tenerlo nella parte inferiore delle labbra, come se il foro dovesse premere frontalmente contro i denti inferiori e tenete la curvatura inferiore aderente al mento.
Quando iniziate a soffiare (allenatevi il più possibile a non far uscire l’aria dal naso), cercate di indirizzare l’aria diagonalmente verso il basso (e non orizzontalmente), inoltre soffiate decisi e, sopratutto, fate in modo che il soffio sia il più costante possibile senza sbalzi. Per fare ciò bisogna allenarsi a far uscire l’aria dalla bocca spingendo con i muscoli dello stomaco e con il diaframma: bisogna sentire l’aria interna che viene spinta dal basso e indirizzata verso l’esterno.
Se esce un bel suono deciso allora siete sulla buona strada. Fate questo esercizio inizialmente per molte ore al giorno. Consiglio di mettervi davanti allo specchio per visionare la vostra postura e la posizione delle dita.
Dopo aver imparato a soffiare correttamente, è importante la postura: da seduti, schiena e testa dritta contro la spalliera, gomiti e flauto paralleli al terreno, gambe dritte e piedi poggiati completamente al pavimento. Un altro consiglio è quello di non incrociare le gambe, perchè si compromette in parte la corretta fuoriuscita dell’aria.
Queste sono le basi per imparare ad utilizzare al meglio il flauto. Naturalmente dovete imparare a suonare tutte le note in maniera corretta. Per questo studiate libri di musica adatti oppure potete visualizzare su Youtube dei video tutorial. Consigliato sopratutto ai dilettanti o per chi volesse una guida visiva per sussidio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>