Tattoo mania: come scegliere il tatuaggio adatto alla propria personalità

Se ne avessimo parlato con i nostri avi , di millenni fa , che ne facevano un uso esclusivamente
sacro e bellico , sarebbero rimasti increduli nell’apprendere che quello che per loro era una
sorta di sacrificio per le ultime generazioni è diventato una moda.
Già , perchè il tatuaggio è fondamentalmente questo , soprattutto per i giovanissimi : si fa
perchè è figo , si fa perchè ce l’ha la compagna di classe , si fa perchè ce l’ha la migliore amica.
Insomma, al di là del valore reale del tatuaggio , farlo per moda e con eccessiva superficialità
porta a degli errori a cui è poi complicato porre rimedio.
Il tatuaggio , infatti , una volta disegnato , rimane sul corpo per sempre e farà sempre parte
della nostra pelle (salvo costosissimi interventi laser che spesso non riescono a cancellarlo
completamente , lasciando magari una antiestetica ombra sulla pelle ) , quindi il soggetto
e la forma vanno scelti in maniera oculata e molto attenta.
Innanzitutto , considerare che se abbiamo 15 anni , dovrà essere comunque portabile anche quando
ne avremo 60 , quindi sarebbe meglio evitare sempre personaggi di cui dopo un tempo variabile
( da una settimana a venticinque anni ) ci potremmo seriamente vergognare. Di conseguenza ,
insomma , bando a Titti , Betty Boop e varie , che , oltre a scocciare , potrebbero , ahimè ,
tragedia delle tragedie , passare di moda.
Meglio a questo punto dedicarsi a qualcosa che in un modo o nell’altra faccia veramente
parte di noi , qualcosa che sentiamo parte integrante di noi stessi o che rispecchi un lato
della nostra stessa personalità.
Ad esempio , se lo si ritiene importante, potrebbe essere l’immagine stilizzata del nostro segno
zodiacale il tratto distintivo che cerchiamo per personalizzare (??? ) il nostro corpo , oppure
la trasposizione astratta (magari sotto forma di tribale ) di qualcosa che per noi ha un significato
profondo.
Siete appassionati del mare ? Fatevi disegnare dal tatuatore alcune immagini di onde , e
tra queste scegliete quella più consona e più vicina a voi.
Oppure , appassionati di montagna. Idem , consiglio personalizzato dal tatuatore, finchè non
trovate qualcosa che risponda in maniera più che convincente a quello che state cercando.
La cosa importante, per potersi vestire di un tatuaggio che veramente rispecchi noi stessi
è evitare completamente le immagini cliché , che , invece di permetterci di esprimere qualcosa
di noi stessi , non fa che rendere banale un gesto che vorrebbe e potrebbe essere originale.
Quindi , anche qui , bando a frasi fatte, nomi di gruppi musicali o a tutti quei tribali che sono ormai da anni sulle spalle, sulle pance e sui polpacci di chiunque.
Insomma, tatuati sì , ma con originalità e considerando con attenzione che il nostro corpo cambia.
Pensateci prima di farvi disegnare una farfallina che a sessanta anni si sarà tramutata in un
falco.

Tattoo mania come scegliere il tatuaggio adatto alla propria personalità

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>