Come tagliarsi i capelli da soli

Il modo in cui i nostri capelli sono tagliati e pettinati dice molto del nostro stile, visto che contribuisce a cambiare la forma del nostro viso. Ecco, dunque, alcuni consigli utili per tagliarsi i capelli da soli, senza andare a compromettere il proprio aspetto, e soprattutto senza spendere i venti euro di base che oramai ogni parrucchiere richiede. Il primo passo da compiere consiste nel lavare i capelli. Dopo aver applicato lo shampoo e averli sciacquati, sarà opportuno utilizzare una maschera idratante. Si tratta di un’operazione da compiere qualunque sia la lunghezza dei nostri capelli. Una volta rimossa la maschera, pettiniamoci in modo che non si creino nodi tra i capelli. È importante pettinarsi quando i capelli sono ancora bagnati o umidi. Se abbiamo i capelli lunghi, facciamo una coda davanti al volto. L’importante è che la coda non sia vicina al centro della testa, ma per quanto possibile alla fronte. Ora bisogna attorcigliare i ciuffi di capelli a un lato, e procedere con il taglio. In ogni caso, non dimentichiamoci di scegliere in anticipo la lunghezza che vogliamo applicare, per evitare di cambiare idea quando oramai è troppo tardi. A questo punto, possiamo sciogliere la coda. Noteremo come si siano formati dei veri e propri strati. Ma si tratta di strati tagliati alla perfezione. Il consiglio che vi proponiamo è quello di agire all’inizio su zone poco visibili, soprattutto quando si è alle prime armi, e osservare il risultato, per evitare di combinare pasticci difficilmente rimediabili. Inoltre, un altro suggerimento è quello di tagliare i capelli un po’ alla volta. In questo modo, potremo verificare di istante in istante se il taglio sta venendo nella maniera che vogliamo. Se ci guarderemo allo specchio solo alla fine, rischieremo di essere arrivati a un punto in cui è impossibile tornare indietro. Nel caso in cui i capelli siano particolarmente fitti, è possibile realizzare due code invece che una: faremo una coda su ogni lato dei capelli. Anche in questo caso, sarà fondamentale verificare che la lunghezza sia la stessa da entrambe le parti.
Insomma, se è vero che chi ha i capelli lunghi di solito non ha molta voglia di andare dal parrucchiere, bisogna sempre considerare che ogni tanto la nostra acconciatura necessita di una spuntatina, non fosse altro per rafforzare i capelli, consentendo loro di ricrescere in maniera più veloce e più sana.
Se si desidera mantenere la lunghezza dei capelli costante nel tempo, il consiglio è quello di spuntarli di due centimetri ogni sei settimane, andando a intervenire sulle punte, che ovviamente sono le parti più consumate e più esposte alle insidie del tempo. Nel caso in cui, invece, si voglia far crescere i capelli, una spuntatina sarà comunque opportuna, diciamo un centimetro ogni due mesi. In questo modo, nel giro di un anno avremo capelli più lunghi di circa sette centimetri: forse non saranno molti, ma di sicuro saranno sani.
Per i capelli scalati, infine, è importante spazzolarli e dividerli in parti di circa cinque centimetri. Ogni ciocca deve essere arrotolata su se stessa, come se venisse strizzata. Così le doppie punte verranno fuori e potranno essere tagliate.

moda-capelli-2011

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>