Come tagliare i capelli da soli

Andiamo alla scoperta di alcuni semplici accorgimenti da applicare nel caso in cui decidiamo di tagliarci i capelli da soli. La prima cosa da fare, naturalmente, è quella di lavare i capelli. Quindi dobbiamo asciugarli ma lasciandoli umidi: ricorrendo a un pettine o a una spazzola, li pettiniamo tenendo la testa rivola verso il basso. In particolare, cerchiamo di tenere la testa in giù se desideriamo una scalatura progressiva: facendo in questa maniera, infatti, terremo la testa perpendicolare al pavimento, e intervenire sulla chioma sarà più facile. Viceversa, se prediligiamo una scalatura più accentuata e visibile, sarà opportuno piegare la testa solo leggermente. Ora non dobbiamo fare altro che pettinare i capelli, utilizzando un pettine dotato di denti fitti, nella direzione che desideriamo. Rimanendo fermi in questa posizione, iniziamo da una qualsiasi estremità della chioma e pettiniamo una prima ciocca. Teniamo il pettine perfettamente dritto e parallelo rispetto al pavimento, distante due o tre centimetri dalle punte. Anche se vogliamo un taglio più corto, inoltre, rimaniamo a questa distanza rispetto alle punte: così facendo, infatti, potremo poi intervenire di nuovo successivamente, mentre non sarà possibile eseguire l’operazione opposta. Ora, prendiamo le forbici e tagliamo i capelli seguendo la lunghezza della spazzola o del pettine: abbiamo cura di non chiudere le forbici totalmente, ma utilizziamo unicamente la parte della lama che si trova più vicina al manico. Una volta eseguita questa operazione, ci trasferiamo sulla ciocca vicina: blocchiamo il pettine alla medesima altezza rispetto a prima, e prendendo la ciocca che abbiamo appena tagliato come punto di riferimento, teniamo il pettine sempre dritto e tagliamo. Procediamo per tutta la larghezza della chioma, andando in seguito ad aggiustare e ritoccare i punti in cui eventualmente ravvisiamo delle imperfezioni. Una volta completato questo passaggio, alziamo la testa. Adesso possiamo pettinare i capelli: facciamo la riga in mezzo, e se lo vogliamo eseguiamo la scalatura anche davanti. Iniziamo da un lato, pettinando sempre con attenzione, e partendo da un’altezza corrispondente circa al punto tra il naso e la bocca iniziamo a tagliare, tenendo le forbici in obliquo, orientate verso il basso, provando a sfumare il taglio intero. Completiamo un lato, e poi passiamo dall’altro lato, adottando sempre i medesimi accorgimenti. Ora guardiamoci allo specchio, e proviamo a individuare eventuali imprecisioni o punti in cui i capelli sembrano più lunghi del dovuto. Una volta che siamo soddisfatti del risultato, non dobbiamo fare altro che mettere la chioma sotto l’acqua corrente per far cadere i capelli in eccesso, e quindi procedere ad asciugarli. Come si può notare, tagliare i capelli da soli non è un’esperienza complicata: è sufficiente tenere a mente alcuni accorgimenti, e naturalmente essere consapevoli che le prime volte i risultati non saranno perfettamente ineccepibili. Ovviamente, tutto sarà più facile se desideriamo un taglio veramente corto: in questo caso, ci verrà in aiuto un rasoio, ma dobbiamo comunque prestare molta attenzione, perché anche i capelli rasati devono essere regolati con precisione, pazienza e cura.

tagli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>