Come tagliare i capelli a un bambino

I capelli di un bambino iniziano a spuntare dopo alcuni mesi dalla nascita, infatti quelli che si hanno in testa appena nati sono dei “peli” che cadono dopo qualche tempo per lasciare il posto ai capelli veri e propri, di consistenza più spessa e di colore spesso differente.
Il momento del primo taglio per un bambino arriva intorno ai 12 mesi e si tratta di solito di doverli accorciare un po’sulla nuca o di dare una spuntatina alla frangetta. In ogni caso il momento del primo taglio e dei successivi nei bambini di pochi anni può essere molto problematico per le reazioni del bambino stesso, che potrebbe intimorirsi alla vista delle forbici o non riuscire a stare fermo mentre viene eseguito il taglio, con il rischio di farsi male e di non ottenere un buon risultato.
Il taglio dei capelli di un bambino può essere fatto a casa ad opera della mamma o di un parrucchiere chiamato per l’occasione, oppure presso un salone attrezzato per prendersi cura dei più piccoli.
Entrambe le soluzioni possono essere valide, dipende dal carattere del bambino. Se si tratta di un bambino piuttosto timido e riservato, essere portato in un posto sconosciuto, anche se predisposto ad accogliere bambini e quindi dotato, ad esempio, di sedili a forma di macchinine e giochi per distrarlo, può essere controproducente: in questo caso è necessario che sia la mamma a compiere questa operazione nell’ambiente familiare. Se invece il bambino è attratto da posti e persone nuove, portarlo in un salone specializzato, con professionisti abituati ad avere a che fare con i piccoli può garantire risultati ottimali. Se decidete di portare il bambino in un salone di parrucchiere, può essere utile farvi tagliare i capelli contemporaneamente a lui: se la mamma o il papà sono tranquilli nel farsi fare qualcosa da un estraneo, il bambino probabilmente li imiterà. Se invece credete sia meglio fare tutto a casa, vi forniamo alcuni consigli. Per prima cosa lavate i capelli al vostro bambino, ma tamponateli un po’ con un asciugamano: i capelli troppo asciutti volerebbero via facilmente, causando fastidio al vostro bimbo, mentre a quelli troppo bagnati è difficile dare una forma corretta. In secondo luogo utilizzate forbici con la punta smussata: se usaste forbici appuntite ed il bambino facesse un movimento brusco, rischiereste di fargli molto male. Quando arriva il momento di tagliare i capelli, fate sedere il vostro bimbo sul seggiolone o su una sedia e dategli il suo gioco preferito o qualcosa di nuovo: questo dovrebbe impegnarlo e concentrarlo, limitando al minimo i suoi movimenti. Se invece il bimbo è spaventato dal fatto di non capire cosa stia succedendo, mettetelo davanti ad uno specchio: potrà vedere passo dopo passo quello che la mamma sta facendo; in questo caso cercate di usare forbici colorate, che non spaventino il bambino. Se non riuscite ancora a farlo calmare, provate a giocare al parrucchiere: con forbici e pettini giocattolo fate maneggiare a vostro figlio i vostri capelli e quando mamma avrà voglia di fare lo stesso non sembrerà altro che la naturale evoluzione di un gioco reciproco e divertente.

tagliare capelli bambino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>