Suggerimenti per lavorare con il PVC

Il PVC, cloruro di polivinile, spesso chiamato vinile, è un materiale termoplastico ottenuto dal sale e dal petrolio: grazie alle sue caratteristiche è un materiale riciclabile al 100% giacché può essere fuso ripetutamente senza perdere le qualità che lo contraddistinguono e ne fanno il materiale ideale per realizzare serramenti. Porte, finestre, infissi e serramenti in PVC hanno una durata che può arrivare a superare i 60 anni. Proprio per la sua longevità, resistenza, impermeabilità e costo contenuto, ha rimpiazzato i materiali tradizionali come il legno e l’alluminio, più cari e difficili da lavorare. Il PVC rappresenta oggi la soluzione ideale in termini di risparmio energetico e rispetto dell’ambiente per il suo eccellente isolamento termico e acustico, resistenza all’acqua e al vento e drenaggio perfetto. Si tratta di un materiale isolante per natura con rendimento elevato e contenimento dei consumi energetici, prestazioni acustiche eccellenti che abbattono i decibel e perfetta evacuazione dell’acqua. La facilità di manipolazione, l’accessibilità economica, la resistenza a differenti temperatura e ai materiali corrosivi senza ossidarsi hanno converito il PVC in uno dei materiali più usati per l’elaborazione di tuberie, per i circuiti di acqua fredda e calda e quelli di acqua sporca e per la maggioranza delle riparazioni o costruzioni di fontaneria domestica. È un materiale facile da usare nelle giunture senza necessità di soldatura, facile da smontare e rimontare per realizzare pulizie o modifiche o adattazioni.. Nel caso in cui bisogna tagliare tuberie in questo materiale, si possono realizzare tagli con seghe dai denti fini, pulendo le increspature sovresposte, usando cartoncino avvolto attorno al tubo che limiti e segnali la zona del taglio. Per piegare invece tubi di PVC, non è necessario farlo manualmente dato che esistono tuberie flessibili che possono essere piegate e fissate con morsetti. Le tuberie in PVC non vanno forzate, specie perché esistono differenti pezzi in forma di L, Y, T che saranno utili per qualunque curva o angolo.Il PVC non ha bisogno di rifiniture come la pittura, cosa che lo rende ancora più economico. Neppure ha bisogno di gran mantenimento: le sue cappe non accumulano sporcizia difficile da rimuovere né rilasciano particole, lavarlo con acqua e poco detersivo lo fa apparire come nuovo. È particularmente usato negli ospedali, hotel, ristoranti e stabilimenti ove l’igiene sia importante. Non si degraga per l’esposizione al sole e può finanche filtrare i raggi ultravioletti lasciando trapassare la luce. Essendo un plastico, è riciclabile, ed il materiale usato può andare utilizzato come nucleo per i pannelli; non causa inquinamento come la pittura e non utilizza tanta energia come l’alluminio. È facile da maneggiare e da installare, disegnato per essere resistente, e viene con distinti accessori come profili e ritagli.
È un materiale manovrabile che può essere piegato e tagliato secondo esigenze durante l’installazione: i suoi fogli sono generalmente disegnati per permettere questo tipo di maneggio, tanto che le pareti possono essere coperte ulilizzando completamente PVC.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>