Stufe a legna: come ottenere il massimo rendimento

LA GIUSTA COLLOCAZIONE

Quando si decide di installare una stufa a legna è importante prendere in considerazione il posto in cui andremo a collocarla, tra gli elementi che contribuiscono a ottenere il massimo rendimento e la massima efficenza energetica questo fattore è sicuramente determinante anche ai fini di un consistente risparmio economico.

Per prima cosa quindi è consigliabile non collocare la stufa vicino ad una finestra per evitare dispersioni di calore ed installarla a ridosso di un muro interno, il che consente di avere un duplice vantaggio: sfruttare il calore per irraggiamento verso una parte utile e impedire che una struttura fredda ne riduca il rendimento.

La collocazione riguarda anche il punto del locale in cui andremo a installare la stufa a legno che, non dimentichiamolo, diffonde il suo calore per irraggiamento, quindi una collocazione al centro di una camera è preferibile rispetto a quella in un angolo della stanza, in quanto la diffusione del calore è senza dubbio più uniforme rispetto alla seconda soluzione.

IL MATERIALE GIUSTO

Oltre alla collocazione, un altro elemento fondamentale per ottenere il massimo rendimento, riguarda la scelta del materiale con cui è costruita la stufa, in commercio esistono numerosi modelli con rivestimenti in metallo, in maiolica e con strutture in ghisa, in pietra ollare o in acciaio.
Tra i diversi modelli presenti sul mercato è preferibile scegliere una stufa a legna ad alto rendimento che ottimizzi la combustione e consenta di ottenere e mantenere temperature elevate.
La scelta quindi dovrebbe cadere o su una stufa a legna che ha spesse pareti in acciaio o su una stufa in pietra ollare, personalmente ho preferito scegliere la seconda soluzione anche per un fatto estetico.
Dal punto di vista del comportamento termico la pietra ollare è senza dubbio superiore rispetto a qualsiasi altro materiale in quanto riesce ad accumulare maggiore calore e a trattenerlo.

ESPERIENZE PERSONALI: Circa due anni fa ho acquistato per una casa di campagna una stufa a legna in pietra ollare che è stata collocata al centro di una stanza adibita a zona giorno, la stufa ha sostituito una vecchia stufa in ghisa ormai obsoleta, la stufa è collegata al sistema di riscaldamento della casa e permette di alimentare 5 caloriferi posti in altre stanze e di produrre acqua calda.
Il prezzo pagato per l’acquisto della stufa a legna è stato di euro 1500,00 a cui si sono dovuti aggiungere euro 500,00 per l’installazione e i collegamenti.
Il consumo contenuto di 2,5 kg di legna all’ora mi hanno ulteriormente convinto della bontà della scelta.

SVANTAGGI: Investimento, pulizia frequente per evitare che la cenere entri in contatto con la griglia
VANTAGGI: Ottimale comportamento termico, irradia calore sino a dieci ore dallo spegnimento, temperatura costante.

1 comment

Leave Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>