Stalking e rimedi legittimi: come difendersi dalle molestie via sms

Nel secolo della tecnologia cellulare (e non solo) aumentano gli abusi e gli eccessi da parte di alcuni individui dei dispositivi elettronici a nostra disposizione. Primo tra tutti l’ “amato” cellulare. Ogni telefono cellulare è in grado di inoltrare e ricevere sms e chiamate. E proprio recentemente si affermano i casi ormai rientrati nella casistica dello “stalking” ovvero delle molestie tramite cellulare. Può capitare tra ex fidanzati, tra amici litigati ma anche tra estranei. Non è ben chiaro perché alcune persone decidano di invadere le nostre vite e rendercele un incubo tuttavia è possibile tutelarsi da questa cattiveria che spesso colpisce le donne. Tuttavia prima di iniziare la nostra “guerra” ad una persona che ci molesta è doveroso accertarsi prima che questa persona persista da molto tempo nel molestarci e successivamente prima di muoversi legalmente raccogliere le dovute prove (nel caso di sms è utile conservarli ovviamente). Infatti capita ogni tanto che qualcuno sbagli numero di telefono e chiami una persona sbagliata: ovviamente il buon senso ci dice che quello non è stalking ma è solo una svista!!
Personalmente ho avuto due esperienze di questo tipo. La prima volta era un vecchio amico che dopo aver litigato tentava di infastidirmi con sms provocatori (il tutto si risolse con una mia chiamata risolutiva e molto convincente), la seconda era una ragazza che al solo scopo di infastidirmi per scherzo continuava a chiamare ad ogni ora. Ora su di lei grava una denuncia per stalking. Ebbene all’atto pratico come difenderci legalmente da questi loschi individui che non hanno nulla da fare durante il giorno se non perseguitarci? La soluzione principale è quella di rivolgersi alle autorità competenti come polizia e carabinieri (ricordo di fare ciò solo dopo aver provato l’effettiva ripetitività del fenomeno) e ovviamente denunciare il numero o la persona che ci molesta. E già questo passo (sicuramente il migliore) è molto efficiente. Il vantaggio di questo metodo consiste nel fatto che una volta “acciuffato” il colpevole pagherà caramente i suoi scherzi pagandovi i dovuti danni morali e/o personali; lo svantaggio è che a causa dei lunghi tempi della giustizia italiana, quasi sempre, per ottenere un risarcimento dovrete attendere mesi se non anni. Quindi per tutelarci in modo lecito ed efficiente (in tempi sicuramente minori rispetto ad una denuncia) possiamo far ricorso ad alcune applicazioni per cellulari, acquistabili via internet oppure scaricandole gratuitamente da alcuni siti e forum. Uno tra questi è “Security AdGuard” un’applicazione per cellulari smartphone scaricabile dal market Android. Questa applicazione crea una black list ed una white list (lista nera e lista bianca rispettivamente). La lista nera blocca chiamate ed sms in entrata da parte di numeri presenti in rubrica a noi poco graditi mentre la lista bianca autorizza chiamate ed sms. Il programma è molto efficace. Lo svantaggio è la reperibilità solo per smartphone. Altri programmi adeguati sono tuttavia reperibili in web o tramite negozi specializzati in sicurezza informatica.

stalking-rimedi-legittimi-difendersi-dalle-molestie-sms

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>