Come sostituire un vetro rotto di una finestra

Sostituire un vetro rotto con il fai da te è un bel risparmio!

* Caratteristiche tecniche
Può capitare di ritrovarsi con il vetro di una finestra in frantumi, rotto per l’azione di un colpo di vento o per un incauto tiro di pallone finito nella traiettoria sbagliata.
In questi casi, è meglio non farsi prendere dal panico, conviene armarsi di pazienza e aguzzare l’ingegno. L’intervento del vetraio è abbastanza esoso e può non essere disponibile nell’immediato.
La cosa può diventare insostenibile se ci sono basse temperature esterne e spifferi gelidi che entrano in casa.
La soluzione? Chiudere il foro con cartone e nastro adesivo.
Oppure riparare tempestivamente e in modo autonomo il vetro rotto della finestra!
Non è molto difficile, basta seguire i passi giusti.
Tuttavia, l’operazione richiede una certa manualità e tanta attenzione.

* Dettagli del prodotto
– Munirsi di robusti guanti di gomma e per prima cosa liberare il pavimento dalla presenza di insidiose schegge.

– Togliere i frammenti eventualmente rimasti lungo il telaio della finestra.
Per maggiore sicurezza, cominciare dalla parte superiore per poi passare a quella sottostante.

– A questo punto, è necessario togliere la finestra dai cardini e poggiarla su una base stabile in cui si possa continuare agevolmente il lavoro.

– Sfilare il vetro rotto.
Se questo è alloggiato in scanalature, occorre svitare e smontare i listelli, raschiare lo stucco ed eliminare eventuali tracce di silicone, aiutandosi con una spatola e un cacciavite.

– Prendere con precisione le misure, che serviranno poi per acquistare la nuova lastra dal vetraio.
Fare attenzione a conteggiare anche il bordo interno in cui il vetro è alloggiato e a togliere un paio di millimetri alla misurazione definitiva, in caso contrario, la lastra risulterebbe troppo stretta o troppo larga, tanto da non poter essere inserita.

– Fare caso anche allo spessore, che deve essere uguale a quello del vetro rotto, per non sbagliare, può essere utile recuperare con attenzione un pezzo di scheggia e portarlo in negozio.

– In vetreria provvederanno a tagliarci il nuovo vetro.
A questo punto non resterà che rimetterlo in sede, facendolo scendere attraverso le scanalature.

– Fissarlo con i listelli e appositi chiodini, oppure se si usa lo stucco servirsi di una spatola.
Aspettare qualche minuto per permettere allo stucco di asciugarsi e rimettere la finestra sui cardini.

* Prezzo
Si spende solo per l’acquisto del vetro nuovo, perchè con il montaggio fai da te si risparmia sul lavoro del vetraio.

Sostituire un vetro rotto di una finestra in maniera autonoma è anche una bella soddisfazione personale, l’autostima guadagna parecchi punti e anche i familiari apprezzano!

vetro rotto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>