Come sostituire il termostato del forno

Per sostituire il termostato del forno suggerisco di chiamare un tecnico che effettuerà il lavoro in massima sicurezza. Bisogna mettere in conto, però, il costo della manutenzione che spesso, anche per pochi minuti di lavoro, non è trascurabile.
Ecco, allora, che per i più esperti, scatta la molla del fai-da-te, proprio come capita in casa mia quando mio marito decide di sistemare tutto lui.
Innanzitutto è necessario operare nella massima sicurezza usando solo un ricambio originale. E poi non si può fare una riparazione di questo tipo in fretta o in modo approssimativo. Serve tempo e pazienza oltre che attenzione in ciò che si fa.
Bisogna fare attenzione visto che si ha a che fare con un voltaggio elettrico piuttosto alto per cui il pericolo è in agguato. Una volta che ci si è procurato il ricambio, il termostato originale, si deve staccare la corrente elettrica dal forno spegnendo l’apposito interruttore. Interruttore che in genere è sempre presente, soprattutto nelle cucine moderne, e non è necessario staccare completamente la corrente in casa. Tirare il forno in avanti in modo da staccarlo dal muro il corpo del forno per potervi accedere in modo comodo. Bisogna infatti rimuovere le viti del forno accedendovi dalla parte interna: le viti nella maggior parte dei casi sono piuttosto piccole e ben fissate per cui si potrebbe avere qualche difficoltà e si può pensare di usare anche uno svitatore elettrico facendo attenzione a non graffiare il forno. Tolte le viti si deve rimuovere con delicatezza il pannello interiore del forno appoggiandolo con altrettanta delicatezza a terra. Usando delle pinze con estremità strette (dette ad ago)si devono rimuovere i cavi dalla parte posteriore del termostato che si trova sulla consolle di comando. La manopola del termostato va, a questo punto, tirata verso l’esterno togliendo poi le viti che lo fissano sul davanti della consolle.
Ora bisogna iniziare a lavorare dalla parte frontale del forno: resta infatti da sfilare il bulbo termico, che altro non è se non il dispositivo in rame che rileva il calore del forno.
Bulbo che non si sfila completamente dalla parte anteriore del forno ma va sfilato dal retro del forno togliendo anche il gruppo termostato. Dal retro del forno va inseritala lampadina termica e si fissa la custodia del termostato alla consolle fissa. Per mantenere il termostato in posizione vanno infilate le due viti ma non serrate del tutto, appoggiate per tenere il termostato in posizione. Si continua a sfilare il bulbo tirandolo verso l’interno.
A questo punto si fanno tutte le operazioni al contrario per sistemare il termostato nuovo. Chiudendo il forno, si passa di nuovo sul retro e si collegano due fili del termostato per poi fissare le viti alla consolle per poter poi far scorrere la manopola sopra l’albero termostato. La sostituzione è praticamente terminata: bisogna fare attenzione a stringere bene le viti fissando il tutto al meglio. A questo punto si può rimettere il pannello al suo posto. Tornando davanti al forno lo si spinge alla sua posizione originale e si può riattivare la corrente. Operazione delicata. Costo: acquisto del termostato nuovo o riparazione.

termostato forno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>