Come smontare un forno ad incasso

Nonostante lo smontare un forno possa apparire, agli occhi di molti, come un’operazione piuttosto complicata, in realtà rappresenta un’impresa meno titanica di quanto sembri, soprattutto avendo cura di seguire alcuni  passi, vediamoli insieme:

Come procedere per smontare un forno ad incasso

  • Aprire lo sportello e rimuovere tutte le viti che circondano la bocca del forno (alcuni modelli possono anche avere alcune viti interne per fissarlo al mobile, in tal caso rimuovere anche quelle
  • Iniziare ad estrarre delicatamente il forno prendendolo con tutte e due le mani;
  • Una volta che ne viene estratto un pezzo dalla sua sede, per estrarlo completamente, afferrarlo dalla parte di sotto e nelle vicinanze del retro per evitare che sfugga dalle mani e cada sul pavimento o peggio sui piedi di chi lo sta smontando:
  • Una volta estratto completamente,scollegate la spina dalla presa della corrente o scollegare i cavi dal mammuth (molti forni ad incasso non hanno una spina di alimentazione e vengono collegati direttamente all’impianto elettrico tramite un mammuth).

 

In ogni caso per prudenza consiglio di staccare sempre la corrente dell’impianto elettrico di casa prima di smontare il forno onde evitare eventuali scosse elettriche, specie se si tratta di un forno vecchio e datato in quanto con il passare del tempo le guaine di alcuni fili interne del forno possono essere deteriorate o possono essersi rotti alcuni di tali fili e quindi a contatto con il metallo del forno possono condurre elettricità al corpo, o se è collegato tramite il mammuth. Nel caso in cui il forno si trova incassato in una colonna alta conviene essere in due in quanto mentre uno regge il forno, l’altro può scollegarlo dalla rete elettrica, altrimenti rischia di sfuggire. Si tratta di una serie di precauzioni generalmente riportate su molti manuali di istruzioni, per una guida sintetica che, però, si propone non solo di indicare come smontare un forno ad incasso, ma anche di come farlo in totale sicurezza.
Parliamo di un’operazione, talvolta, necessaria, ad esempio quando si verifichi una perdita di gas e, dovendo sostituire il tubo flessibile del gas collegato ai fornelli,  il nostro forno si trovi, come avviene comunemente, sotto il piano cottura

forno

2 comments

Leave Comment
  1. LUCIANO

    CIAO E GRAZIE DELL’ARTICOLO, MA HAI OMESSO UN PASSAGGIO MOLTO IMPORTANTE E CIOÈ LO SMONTAGGIO DEL FLESSIBILE CHE PORTA IL GAS AL FORNO CHE FORSE E PIÙ IMPORTANTE ANCORA DELLA CORRENTE, PROBABILMENTE L’AVRAI DATO PER SCONTATO , MA TANTA GENTE ALCUNE OPERAZIONI NON LE DA’ PER SCONTATO E PUÒ AVVENIRE CHE IL FORNO VENGA TIRATO DALLA SUA SEDE CON LA ROTTURA DEL FLESSIBILE E LA CONSEGUENTE FUORIUSCITA DI GAS, PUOI SPIEGARE PER FAVORE(SCUSA PER IL TU MA MI VIENE MEGLIO, E SCUSA ANCHE IL MAIUSCOLO) DICEVO PUOI SPIEGARE MEGLIO COME VA SMONTATO IL FLESSIBILE? E NEL CASO IL FORNO DEVE ESSERE PORTATO IN ASSISTENZA, COME SI PUÒ’ FARE PER ESCLUDERE QUEL FLESSIBILE DALLA MANDATA DI GAS, IN MODO DA POTER CONTINUARE A CUCINARE CON LA CUCINA? GRAZIE BUONA GIORNATA

    LUCIANO DA TORINO

  2. Paolo

    Ho un Maxi forno 90 elettrico da incasso modello Star , per smontarlo ho provato a vedere le viti sui montanti aprendo lo sportello ma non ci sono viti,sapete darmi indicazioni,grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>