Siti storici da visitare a Boston

Boston è la capitale del Massachussets, uno dei cinquanta stati a nord-est degli Stati Uniti d’America, ed è una delle più antiche città del New Hampshire. Fu fondata infatti nel 1630 da coloni inglesi puritani che la chiamarono come la loro città d’origine. Oggi Boston è una delle sedi universitarie più ambite del mondo: qui hanno sede le università di Harvard, il MIT e ben 50 college. Notevole quindi il suo livello culturale e intellettuale, rappresentato anche da una serie di musei prestigiosi che vantano delle collezioni molto importanti.
Al contrario della sua “vicina” New York, da cui dista qualche ora di autobus, Boston è una città vivibile, che conserva ancora la sua dimensione provinciale. Ci si sposta in metropolitana (quattro linee: rosso, blu, verde e arancione più argento per l’aeroporto) o a piedi ed è come se si avesse tutto a portata di mano, senza sentirsi affatto in una metropoli americana. La città sorge nei pressi della confluenza dei fiumi Mystic e Charles, nel punto in cui sfociano nell’Oceano Atlantico. In questo punto venne costruito il vecchio porto, che divenne nel tempo uno dei più importanti del territorio.
L’amministrazione locale organizza dei tour guidati nel centro storico della città, di cui il più famoso è il Freedom Trail: un percorso di circa 2 miglia che parte dal parco di Boston Common fino a Bunker Hill. Sedici i siti storici visitabili, tra cui, fra i più degni di nota spiccano: The Old State House, la King’s Chapel e la casa di Paul Revere.
Si parte dal Boston Common, il più antico parco del Paese, per poi proseguire verso Beacon Hill dove si trova la State House, l’edificio che un tempo era sede del Governatore del Commonwealth. Edificato nel 1798, è uno degli edifici più belli di Boston. Sempre in Beacon Hill sorge una delle chiese più rappresentative di Boston, Park Street Church, del 1809. Poco distante il Granary Burying Ground, il cimitero monumentale della città, in cui è sepolto, tra gli altri, Paul Revere.
Altro cimitero nei dintorni di King’s Chapel, l’antica cappella non-puritana fondata nel 1688 in Tremont Street.
Una sosta sotto la statua di Benjamin Franklin davanti la Boston Latin’s School, fondata nel 1635 e una delle più antiche scuole pubbliche americane. Molto interessante una visita alla libreria Old Corner Bookstore del 1711 e alla Old South Meeting House del 1729.
Tappa d’obbligo alla Old State House, sede del Governo Britannico fino alla rivoluzione e oggi Museo della Bostonian Society. Nei pressi di questo edificio viene commemorato The Boston Massacre, il luogo dove avvenne il massacro di 5 bostoniani durante la rivoluzione americana.
Si prosegue per Faneuil Hall, l’edificio che ospitava il mercato, eretto nel 1742, e la casa di Paul Revere, datata 1680, eroe della rivoluzione.
Da vedere la Old North Church, con il campanile più alto di Boston, datata 1723, e il vicino cimitero dei mercanti e degli artigiani, Copp’s Hill Burying Ground. Il tour termina a Bunker Hill, l’obelisco moderno a memoria della battaglia di Bunker Hill del 1775, a Charlestown. L’ingresso ai monumenti varia dai 3 ai 2,5 dollari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>