Come si prende il patentino per la moto

Dal Luglio del 2004 tutti i ragazzi fra i 14 e i 18 anni possono prendere il patentino per la guida dei ciclomotori, oltre che in forma privata presso le autoscuole questo servizio è fornito anche dalle scuole, naturalmente in orario extra scolastico. Vi sono delle regole ben precise da seguire , per prima cosa bisogna fare una visita medica che attesti che il soggetto è idoneo fisicamente e psichicamente all’uso del ciclomotore. A 14 anni si può fare il corso per portare ciclomotori leggeri senza passeggeri.
A 16 anni si può portare un ciclomotore di potenza pari a 11 w che corrisponde a una cilindrata di 125 cc e in più macchine agricole che non superino i 40 km orari. A 18 anni conseguita la patente per l’automobile si possono portare tutti i ciclomotori appena descritti con un aumento di potenza. Per incominciare occorre frequentare il corso o a scuola o in privato, conseguito questo attestato si porta alla motorizzazione della zona di competenza, lì verrà consegnato il modulo TT2112 che va compilato in ogni sua parte, poi vanno fatti 2 versamenti postali, uno di 9,00 euro e uno di 29,24 euro, insieme a tutto ciò occorre fornire il certificato medico in bollo e 3 fotografie formato tessera, una fotocopia del documento di identità di chi esercita la paria potestà . Fatto ciò viene rilasciato il cosiddetto foglio rosa che però è puramente simbolico, dal momento della domanda di ammissione agli esami possono trascorrere dai 30 ai 60 giorni duranti i qual il soggetto dovrà studiare il codice della strada, fare dei quiz e delle simulazioni di situazioni che possono presentarsi su strada, questo tutti i giorni per un totale di 20 ore di corso o fino a quando l’istruttore non riconoscerà che il soggetto è pronto. Alla fine di tutto ciò vi è l’esame vero e proprio che consiste in 10 domande con 3 risposte ognuna, dette risposte potranno essere tutte false o vere o metà vere e metà false, il test dura 30 minuti e sono ammessi solo 4 errori, superato questo numero bisognerà ricominciare tutto dall’inizio. Pertanto ricordiamo ai ragazzi che lo studio del codice stradale è importantissimo per la loro sicurezza e per quella degli altri utenti che si trovano su strada, che il ciclomotore non è un giocattolo ma un mezzo per spostarsi e va tenuto sempre in ordine e controllato da un meccanico di fiducia, inoltre è bene sapere che se si viene trovati, dagli agenti di controllo, senza patentino la sanzione parte da un minimo di 516 euro se non c’è stato incidente o danno di nessuna natura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>