Come si pianta un albero

Come si pianta un albero? Come prima cosa bisogna tenere conto che la legge vieta di piantare un albero a meno di tre metri di distanza dal confine con altri terreni di cui non si sia proprietari. Per quanto riguarda la scelta della specie, le regole da seguire non sono molte. Nel caso in cui vogliamo un albero che porti ombra e fresco, la scelta migliore sarà sicuramente quella di puntare su piante a foglia caduca: cioè quelle che perdono le foglie in autunno. In estate esse proteggono dai raggi e dal calore del sole, mentre nei mesi invernali, essendo spogliate, consentono che la casa venga riscaldata dal sole. Chiaramente chi non è esperto o non si sente sicuro nel piantare l’albero da solo farà meglio a ricorrere a un’azienda specializzata. Negli altri casi, vi diamo qualche consiglio. Innanzitutto il buco deve essere alquanto profondo, almeno una ventina di centimetri, se non di più, rispetto alla pianta che si desidera interrare. Questo aspetto è tanto più importante nel caso in cui si tratti di un suolo molto argilloso. La profondità, in effetti, permette di posizionare uno strato drenante di ghiaia o pietrisco, che consente alle radici dell’albero di recuperare in maniera immediata le sostanze nutritive di cui ha bisogno. Il diametro del buco dovrà essere superiore rispetto al pane radicale. Una volta piantato l’albero, sarà necessario riempire lo spazio circostante con del terriccio, adeguatamente compresso, di buona qualità. Per favorire un attecchimento ottimale, inoltre, sarà indispensabile realizzare una sorta di struttura in legno come supporto per l’albero. Essa può essere costruita in molti modi, l’ideale, comunque, soprattutto per chi non ha molta esperienza, è la creazione di un tutore inclinato, molto semplice, dotato di corda o di un nastro di gomma che lo leghi al tronco dell’albero. Tale operazione è davvero utile per la crescita dell’albero, che rimane ben ancorato al terreno ed è in grado di produrre all’istante radici solide. Un aspetto che bisogna tenere particolarmente in considerazione riguarda la posizione dell’albero. Se esso viene piantato in prossimità di un’abitazione, è opportuno scegliere una specie a crescita lenta, e soprattutto non deve arrivare a dimensioni che determinino un intasamento delle grondaie con le foglie. Viceversa, per chi desidera piantare una conifera, è importante tenere presente che diverse specie liberano alcune sostanze diserbanti sotto la chioma: per esempio, sotto un cedro libanese sarà molto difficile vedere un bel prato. Concludiamo segnalando, infine, che anche le radici costituiscono un problema da valutare, nel senso che radici molto lunghe o superficiali potrebbero determinare il sollevamento di asfalto o vialetti. Infine, per chi decide di piantare un albero da frutta, è fondamentale ricordarsi di raccogliere periodicamente i frutti: in caso contrario, ai piedi dell’albero nel giro di poco tempo potremo notare una poltiglia preda di piccoli e grandi uccelli, con contorno di numerosi insetti. Attenzione, dunque, a posizione e scelta della specie, senza dimenticare che una cura costante della pianta risulta molto importante.

alb

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>