Come si gioca all’ippica

Molti sono i giochi d’azzardo diffusi oggi giorno, in rete o meno: poker, totocalcio, lotto, superenalotto, slot machine, roulette, gratta evinci, scommesse sportive.. ma si sta perdendo invece il “vizio” di puntare ad uno dei giochi più vecchi di questo genere: sto parlando dell’ippica. Sono molto meno i giocatori appassionati di questo hobby che investono parte dei loro risparmi per puntare ai cavalli, ma come funzionano queste scommesse e come si può iniziare?
Iniziamo col dire che ci sono più modalità di gioco e di puntata, ma per comodità tratteremo solo le più semplici e diffuse ossia il gioco semplice, il tris e l’accoppiata. Il gioco semplice è sicuramente quello più adatto per chi è un novellino in questo campo: tra tutti i cavalli gareggianti si sceglie il cavallo pensato come vincente o piazzato e si punta una quota a suo favore. Se lo si pronostica come vincente il nostro cavallo dovrà aggiudicarsi la prima posizione a fine corsa affinché per potersi aggiudicare una data vincita; se invece lo si pronostica come piazzato basterà che si classifichi come uno dei tre cavalli arrivati per primi al traguardo di fine gara. Questo tipo di scommessa, anche se meno proficua dal punto di vista economico, permette ai principianti di capire i diversi parametri che influenzano la corsa e familiarizzare con i fantini, i cavalli ecc.
Questo passo molto importante per intuire gli esiti delle gare può essere facilitato anche dalla lettura di giornali specializzati che permettono una conoscenza migliore del mondo delle corse e dei terreni di gioco dove si svolgono.
Normalmente, infatti, i giocatori esperti richiedono informazioni importarti al fine di pesare le loro scommesse, tali informazioni sono reperibili all’interno del Bollettino Ufficiale messo a disposizione dalla SARABET molti giorni prima la data dei concorsi presso le varie ricevitorie.
La scommessa più diffusa è invece il cosi detto Tris ossia il designare la precisa graduatoria di arrivo dei primi tre cavalli che taglieranno il traguardo aggiudicandosi i tre posti della competizione chiamata per l’appunto corsa Tris. Per vincere necessita indovinare l’ordine d’arrivo esatto di tutti e tre i cavalli, nessuno escluso. Le competizioni tra le varie corse ippiche di trotto e galoppo che accettano la raccolta delle scommesse di tipologia Tris vengono sempre indicate a cura dell’ Unione UNIRE.
Vi è poi un’altra tipologia di scommessa anch’essa abbastanza praticata, l “Accoppiata nazionale”, la quale consiste nell’ indovinare i primi due cavalli classificati nella successione precisa dell’ordine di arrivo.
In tutti i casi l’unità di scommessa prende il nome di un pronostico e costa 0,50 € l’uno, ricordate però che la scommessa minima è di 2 unità e quindi non si può scommettere al di sotto di 1 Euro.
Per sapere quanto potremmo vincere un parametro importante è ovviamente le quote della scommessa, di solito rese note per via telematica prima dell’aperture delle scommesse stesse.
La vincita si ritira presso la stessa ricevitoria nella quale si è puntata la scommessa ed entro sessanta giorni di tempo a partire dal giorno della gara, incluso.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>