Come si diventa carabiniere

L’Arma dei Carabinieri è una delle quattro forze armate italiane al servizio dello Stato, insieme all’esercito militare terrestre, all’aeronautica e alla marina militare. Si occupa della pubblica sicurezza sia come polizia sia come militari a tutti gli effetti. Alcuni reparti speciali dei carabinieri possono essere impiegati proprio nella difesa dello Stato italiano, mentre per la Polizia di Stato non è così, ma si occupa solo di pubblica sicurezza e ordine. L’arma dei Carabinieri è stata fondata nel 1814 ed ha preso parte a molte guerre e battaglie soprattutto con le sue forze speciali. Per entrare nell’Arma l’unico modo è accedere tramite concorso pubblico. A partire dal 2005 con l’eliminazione del servizio di leva obbligatorio è possibile accedere al concorso come “volontari in ferma prefissa”, la durata del volontariato può durare uno o quattro anni, le sigle per identificare questa tipologia sono: VFP1 e VFP4. Il Ministero della Difesa pubblica il bando di concorso sulla Gazzetta ufficiale, di solito ogni anno. Questo concorso può poi essere suddiviso in vari scaglioni. Al concorso possono accedere tutti i cittadini italiani che hanno i requisiti psico-fisici richiesti dalla legge. Fino a qualche anno fa le donne non potevano entrare nell’Arma dei Carabinieri, oggi non è più così. Dopo il periodo passato come volontario di un anno e poi quello di quattro anni in una caserma si può accedere alla scuola ufficiale dei Carabinieri. Questa scuola rappresenta il massimo istituto di formazione in Italia per carabinieri. Il titolo di studio minimo richiesto per un carabiniere semplice è la licenza media inferiore, per i Marescialli e l’Ufficiale è la licenza media superiore e la laurea. Migliore è la propria preparazione maggiori sono le possibilità per superare il concorso.
Personalmente consiglio di prepararsi al meglio, con metodo e costanza. Non ci sono costi se non quelli tipici dei concorsi pubblici come marche da bollo ecc. Una volta superato il concorso e divenuto volontario si percepisce anche uno stipendio di circa 800 euro mensili.
Lo svantaggio maggiore, che si può incontrare è quello del tempo che deve passare prima di diventare un carabiniere a tutti gli effetti. E’ una strada lunga, che richiede anni di gavetta e lavoro, ma anche di studio per poter avanzare di grado. Bisogna essere sempre preparati e allenati anche dal punto di vista fisico per affrontare le missioni. E’ un lavoro difficile anche perchè si è esposti costantemente anche a rischi e pericoli. I vantaggi superano di gran lunga gli svantaggi superficiali, si va a fare un lavoro interessante e importante per il proprio paese, oltre ad avere l’orgoglio personale di fare qualcosa di concreto per l’Italia. Si tratta di un lavoro in cui si è a stretto contatto con i cittadini e si può realmente dare un contributo alla società civile italiana. Ci si può trovare davanti situazioni di tutti i tipi. La missione di ogni buon carabiniere è quella di far rispettare la legge e di migliorare e rendere più sicuro il proprio paese.

diventare carabiniere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>