Semplici modi per migliorare la salute generale del vostro cane

La salute del nostro cane dipende, se non in maniera esclusiva, per la maggior parte dalla nostra capacità di prevenire eventuali patologie e di intervenire in caso di necessità con la giusta tempestività. Ecco, dunque, alcuni piccoli ma fondamentali suggerimenti per la cura e la salute del nostro cane: si tratta di accorgimenti e regole da seguire in varie situazioni in cui potremmo trovarci. Se abbiamo a cuore la salute del nostro cane il primo passo da compiere è quello di trovare il giusto veterinario, che si riveli non soltanto un dottore competente, ma anche un consulente serio e disponibile cui ricorrere in caso di necessità, sia quando si tratterà di affrontare questioni sanitarie, sia per problemi quali l’addestramento, l’accoppiamento e tutti i fastidi derivanti dall’età. Un buon consiglio, insomma, spesso riduce la possibilità di dover spendere soldi e tempo più tardi. Chi possiede un cane, inoltre, dovrebbe avere in casa a portata di mano (ovviamente si tratta per la maggior parte di oggetti che dovremmo tenere in casa anche per la salute delle persone) delle garze, siringhe, un tagliaunghie, e poi pinzette da depilazione per rimuovere eventualmente zecche, pidocchi o fili d’erba, una soluzione fisiologica per gli occhi, alcol, alcol iodato, sapone di Marsiglia, che rappresenta un disinfettante ideale nel caso di ferite provocate da morsi, acqua ossigenata per disinfettare, cerotti, bende, fasce elastiche, una pomata antibiotica per le ferite, un antiparassitario, delle forbicine a punta a una stecca per realizzare una fasciatura rigida dell’arto. Per quanto riguarda alcune regole di comportamento generale, dobbiamo procedere a una pulizia costante, meglio se addirittura quotidiana, degli occhi, utilizzando delle lozioni apposite o delle soluzioni fisiologiche (chiaramente dovremo imparare al meglio tutti i movimenti e i gesti giusti necessari per somministrarle). Inoltre, dovremo effettuare una pulizia regolare della bocca e dei denti, secondo i consigli che ci avrà fornito il veterinario, usando una pasta specifica e un ditale di lattice in gomma (in alternativa a uno spazzolino). Si tratta di un’operazione necessaria per evitare che compaia il tartaro. L’accumulo di tartaro, infatti, se prolungato nel tempo, potrebbe arrecare conseguenze gravi. Un altro accorgimento cui non dobbiamo sottrarci è quello di osservare attentamente e con regolarità la pelle del nostro amico. Essa, infatti, può essere spesso oggetto di attacchi da parte dei parassiti (i più comuni sono le pulci e le zecche). Contro i parassiti esistono numerosi rimedi, dalle polveri allo shampoo, ma anche schiume, spray, collari, pastiglie e compresse. Inoltre, è sempre bene effettuare la pulizia delle orecchie ogni sette giorni. L’importante è che per il condotto uditivo interno non ricorriamo ai cotton fioc. Per i cani che hanno orecchie cadenti, invece, è necessario pulirle all’esterno ogni giorno. Per quanto riguarda l’assunzione di farmaci, infine, se si tratta di una pastiglia sarà sufficiente tenerla tra l’indice e il pollice, aprire la bocca del cane e posizionare la compressa sulla lingua, in fondo: quindi massaggiamo la gola e assicuriamoci che il cane abbia ingerito il farmaco. In alternativa, possiamo infilarlo in un pezzo di cibo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>