Come scegliere una stampante wireless

Sul mercato esistono tante marche che propongono stampanti wireless e sicuramente le migliori provengono dai colossi dell’informatica come HP, Samsung, Sony e Canon che offrono forse li migliori stampanti wireless al momento.
Il concetto di stampante wireless è semplice: da qualsiasi punto della casa o dell’ufficio, potrete inviare file (documenti, fotografie, immagini, disegni) alla stampante e stamparli direttamente, senza utilizzo di configurazioni network particolari o troppo difficili, ma soprattutto senza fare uso di cavi che a volte risultano scomodi come soluzione se uno poi ha anche bisogno di lavorare velocemente.

La scelta di una stampante wireless varia in base alle vostre esigenze: una stampante cosi infatti funziona in diversi modi, in base a come la configurerete. Potrà fungere da stampante di rete se collegata a un router wifi, oppure potrà essere collegata normalmente via cavo, ma permettere comunque le stampe senza fili se configurerete gli altri pc che avrete a disposizione. In genere quasi tutte le stampanti svolgono entrambe le funzioni, ma è necessario chiedere ai negozianti tali informazioni in modo da non sbagliare. Anche se vi basterà una sola delle due modalità, è consigliato comprare un modello con tutte le configurazioni possibili, visto che in futuro potreste averne bisogno.

Per quanto riguarda i prezzi, questi non sono molto più alti delle stampanti normali: le stampanti wireless entry-level partono da circa 50 euro, per arrivare anche sui 300 euro. Costano meno delle laser, ma svolgono comunque egregiamente il loro lavoro.
Spesso il prezzo poi varia anche in base alle altre funzioni della stampante, ad esempio se ha uno scanner integrato per permettere di fare fotocopie o fax.

La tecnologia senza fili non è del tutto nuovo su questo tipo di macchine: una volta si utilizzava il bluetooth, ma con l’introduzioni del wifi, questo ha preso il sopravvento, anche per via della sua maggiore velocità e facilità di configurazione.

Esistono molte applicazioni inoltre, sia per dispositivi Apple che Android (e presto Windows Phone) che permettono il cosiddetto Airprint, ovvero l’invio di documenti proprio al ricevitore wifi della stampante per poter stampare direttamente le foto o i documenti che si trovano sul telefono senza dover passare per forza dal pc, diminuendo sensibilmente i tempi. Le stampe in genere in questo caso sono abbastanza personalizzabili anche se non sempre purtroppo: a volte potrete regolare tutti i vari parametri (bordi, colori, fogli e cosi via) altre volte potrete semplicemente fare una stampa diretta senza alcun tipo di configurazione. Per questi dettagli è consigliato guardare tra le info delle applicazioni.

stampante

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>