Come scegliere una lavatrice

La lavatrice è uno degli elettrodomestici fondamentali all’interno della casa, perciò prima dell’acquisto occorre valutare bene alcuni elementi, prima di tutto lo spazio: quanti centimetri misura il luogo adibito ad ospitare la lavatrice?

Normalmente lo standard è di 60 cm di larghezza, 60 cm di profondità e 80 cm di altezza, poi c’è la categoria maxi (69 cm di larghezza, 76 cm di profondità e 95 cm di altezza) e la categoria slim, la quale ha le medesime dimensioni della standard ad eccezione della profondità che può andare dai 33 cm ai 42 cm. Ma se nemmeno la slim è perfetta per le vostre esigenze potreste considerare una lavatrice con carica dall’alto, hanno una larghezza di soli 40 cm, 60 cm di profondità e 90 cm di altezza.

La capacità di carico della lavatrice va di pari passo con le sue dimensioni: più è grande la lavatrice più bucato sarà possibile inserirvi, si va dai 3 kg ai 12 kg delle lavatrici formato maxi. Ad esempio la LG F1495BDA ha una capacità di carico di ben 12 kg, ciò significa che può supportare tranquillamente il lavaggio di una coperta matrimoniale; una lavatrice con capacità di carico di 12 kg è perfetta per una famiglia numerosa con bambini, al contrario per le necessità di una coppia senza prole o di un sigle, ci si può limitare ad una Candy Acqua 1042D1-S con capacità di 4 kg.

Da non trascurare è la velocità della centrifuga, ovvero i giri al minuto che la centrifuga compie: si parte dai 600 giri al minuto sino ad arrivare alla potenza di 1600, tenendo conto che la gran parte delle lavatrici hanno una velocità pari ai 1000-1200 giri. Una maggior potenza corrisponde ad una maggiore quantità di acqua strizzata dai vestiti, quindi più numerosi saranno i giri in un minuto più asciutto sarà il bucato, ma sarà anche piuttosto stropicciato.

Se si desidera comprare anche un’asciugatrice non si potrà di certo comperare un modello come quello della Rex RWP66200W poiché i suoi 600 giri di centrifuga non sono sufficienti, per mettere il bucato in asciugatrice occorrono almeno 1000 giri. Un ottimo esempio è la Whirlpoll AWOE8040 con una centrifuga silenziosissima e sopratutto il numero di giri è regolabile a nostro piacimento (arriva ad un massimo di 1400 giri al minuto).

Non dimenticate la classe di risparmio energetico, non considerare quest’aspetto avrà una ricaduta sull’ambiente oltre che sulle vostre tasche: nelle lavatrici la classe di appartenenza (mai minore alla A) non determina soltanto i Kwh consumati ad ogni bucato, ma anche la qualità del lavaggio e l’efficacia dell’asciugatura.

Nel terzo millennio nemmeno le lavatrici sono esenti dall’influenza delle App! La Samsung ha creato la WF12F9E6P4W che semplicemente istallando l’applicazione Smart Washer e collegando la lavabiancheria alla rete wifi di casa, può essere controllata a distanza con un mobile.

Ovviamente esaminate bene tutte le funzioni e i programmi disponibili dopodiché scegliete, in base al vostro stile di vita, quella che si avvicina di più alle vostre esigenze.
Dopo aver considerato tutti i vari aspetti tecnici, ricordatevi che c’è un ultimo fattore -quello determinante- da tener presente: il budget, ossia quanto possiamo permetterci di spendere?

lavatrici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>