Come scegliere l’ostello giusto in Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda è costituita da due isole splendide e la scelta più giusta per chi decide di andarci è cercare di vedere il più possibile, cercando di spendere il meno possibile soprattutto considerando che una permanenza che consente di vedere questa terra meravigliosa non può essere inferiore a due settimane dato che il viaggio aereo incide notevolmente sul budget complessivo.
Per coloro che preferiscono una una sistemazione indipendente, in particolare se accompagnati da bambini e con denaro contato, l’appartamento costituisce una buona scelta. Ve ne sono diversi in tutte le principali città, e di ogni tipo, da quelli lussuosi e dagli chalet ai fienili o ai mulini graziosamente riadattati oppure l’alternativa è l’ostello soprattutto se si decide di penottare qualche giorno.
Una nota positiva riguarda il fatto che gli ostelli in Nuova Zelanda pur essendo stati concepiti come una struttura ricettiva economica non per questo sono scadenti, anzi l’idea di dormitorio destinato a giovani squattrinati è del tutto estanea al modo di vivere l’ostello in Nuova Zelanda.
Una volta che abbiamo stabilito il nostro itinerario è preferibile muoversi in Nuova Zelanda con una macchina a nolo e seguire per pernottare il circuito di ostelli della BBH (Budget Backpacker Hostels). che ha oltre trecento ostelli e in più offre la possibilità alloggiare in case private e in fattorie, non manca la scelta!
E’ consigliabile richiedere la tessera come socio per poter usufruire di sconti consistenti, personalmente credo che sia il modo migliore per poter usufruire delle bellezze di questa terra starordinaria senza spendere un patrimonio: la nostra prima tappa è stata nel sud della Nuova Zelanda a Nelson e abbiamo alloggiato (in due in una doppia) presso il “The Palace Backpacker” una stuttura che si trova al centro della città in una suggestiva costruzione in stile vittoriano, lo standard è stato davvero ottimo sicuramente superiore a molti alberghi nostrani che pur fregiandosi delle 3 stelle possono essere equiparati a delle pensioncine di seconda categoria.
La struttura offriva oltre la prima colazione ( non a buffet) la possibilità di connettersi ad internet in modalità wi-fi, oltre ad un’area relax davvero molto gradevole.
La prima settimana abbiamo alloggiato in camera doppia spendendo 23 dollari neozelandesi a testa circa 13 euro, dalla nostra base operativa ci siamo spostati con una macchina presa a nolo (25 euro al giorno).
La seconda settimana ci siamo spostati nella parte nord a Wellington alloggiando al Downtown Backpacker Wellington che fa parte dello stesso circuito BBH, anche qui ottimo lo standard qualitativo, la camera doppia era provvista di bagno, ottima la pulizia della struttura e la gentilezza del personale, qui il costo è stato un pò più alto perchè per un soggiorno di 8 giorni abbiamo speso quasi 41 dollari neozelandesi a testa circa 23 euro,un prezzo comunque molto vantaggioso.

SVANTAGGI: Non rilevati
VANTAGGI: Eccellente standard qualitativo, prezzi, possibilità di scegliere

Consigliatissimo tutto il circuito!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>