Come scegliere investimenti a breve termine

Si intende investimento a breve termine, l’investimento con durata non superiore ad un anno.
La peculiarità di tale tipo di investimento è dato dall’avere un tasso d’interesse solitamente poco superiore rispetto al conto corrente, ciò perchè a breve termine il capitale “ritorna” denaro liquido con la possibilità di essere nuovamente investito e con rischi minori rispetto a pacchetti a lungo termine il cui valore può diminuire in base all’andamento della borsa e della società che ha emesso il titolo.
Anche nell’investire a breve termine sono comunque necessari degli accorgimenti, meglio non investire se la propensione al rischio è pari a zero, in questo caso è più opportuno affidarsi a conti corrente o libretti di risparmio che possono essere considerati denaro liquido, con tasso d’interesse bassissimo il cui unico rischio è legato alla possibile svalutazione, ma è uno strumento facilmente gestibile di persona anche da parte di chi ha poca dimestichezza con gli strumenti finanziari, cosa invece non facilmente attuabile con gli investimenti a breve termine in cui comunque è necessario affidarsi ad esperti che solitamente offrono pacchetti di investimento con un valore predefinito.
Pur affidandosi ad esperti è sempre opportuno essere vigili in quanto possono nascondersi delle truffe e in Italia sono già capitate. La vigilanza occorre sulla persona del promotore ma anche sul contenuto del pacchetto onde evitare che esso sia formato da cosiddetti “titoli spazzatura”, nell’investimento in generale, e quindi anche quello a breve termine, bisogna diffidare dai tassi d’interesse elevati in quanto a ciò corrisponde un rischio maggiore, in questo caso, se proprio si è affascinati dal guadagno possibile, diversificare l’investimento è consigliabile, quindi investire poco su ogni singolo prodotto.
Un accorgimento per evitare truffe è quello di leggere il regolamento, anche e soprattutto le scritte piccolissime, sono affidabili gli investimenti che garantiscono il capitale originario e un rendimento sia alla scadenza che durante la vita dell’investimento.
Gli investimenti a breve termine si presentano spesso come fondi liquidità, in questo caso si può investire in strumenti monetari come i Titoli di Stato nazionali o anche esteri, occorre stare attenti a Titoli di paesi non solidi dal punto di vista economico e politico, come è stato per la Grecia, ecco perchè non occorre mai comprare senza valutare bene il contenuto del pacchetto.
I dubbi maggiori riguardano la persona del promotore, ecco perchè preferisco iniziare il rapporto con piccolissime somme proprio per sondare la professionalità dell’esperto che ho di fronte. Il vantaggio è dato dal poter avere un piccolo rendimento anche per chi non ha molte sostanze ma comunque non vuole tenere fermi i soldi con la conseguente svalutazione sempre in agguato, vi è inoltre la soddisfazine di iniziare ad entrare nel mercato finanziario per capirne i meccanismi. Diffido sempre da chi promette grandi risultati, quasi a poter vivere della rendita dei prodotti finanziari, l’investimento a breve termine non può cambiare la vita. Non limitarsi mai nelle domande al promotore è un’altro accorgimento, in quanto oggi molti si avventurano in tale mercato senza conoscenze adeguate

scegliere-investimenti-breve-termine

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>