Come scegliere il giusto tipo di legno per i lavori fai da te Per l’hobbysta: la scelta del legno giusto

Per chi è un appassionato dei lavori fai da te nel settore del legno, è importante conoscere i vari tipi di legno e i suoi possibili impieghi, in tutti i casi è bene sapere che non esistono delle regole rigide nell’impiego di questo o quel legno ma solo ragioni dovute alla destinazione e all’uso del prodotto finito, alle proprietà fisiche che possono agevolare l’esecuzione e ai costi ( aspetto questo da non sottovalutare per chi vuole non solo scegliere il giusto tipo di legno ma anche fare la giusta scelta per il portafoglio).

MASSELLO O MULTISTRATI?

Raramente oggi il legno è impiegato come massello (legno massiccio ricavato direttamente dal tronco). per facilitare la sua lavorazione, si fa sempre più ricorso ai cosiddetti derivati del legno.
Tuttavia l’appassionato fai da te può ancora scegliere con che cosa costruire i propri oggetti e la scelta del legno massello è sempre una scelta giusta.

Con il termine massello si indicano parti in legno pieno, per esempio tavole lavorate con sole operazioni di finitura esterna.
La natura ci mette a disposizione un legno già pronto che ha delle caratteristiche particolari: il suo aspetto è caldo e piacevole, si lavora con facilità e consente di avere oggetti leggeri e molto resistenti.

VANTAGGI: Aspetto caldo dovuto al colore sfumato e alla venatura, leggerezza e compattezza, facilità nel lavorarlo e possibilità di rimediare agli errori.

SVANTAGGI: Difetti di deformazione dovuti alla stagionatura, rigonfiamenti.

Una volta che l’appassionato del legno ha optato per il massello, può scegliere vari tipi di legno massello:

*Abete bianco:chiaro leggero, tenero per il basso costo può essere usato per costruire mobili quali librerie, tavoli, scrivanie,ecc.

*Pino rosso:bianco, giallastro elastico, flessibile è l’ideale per infissi

*Frassino: bruno chiaro, resistente e molto flessibile ottimo per mobili

*Faggio:Bianco, eccellente resistenza a flessioni ed urti, ideale per strutture portanti

*Rovere:Bruno giallastro, molto duro si può usare per mobili ed impiallacciature

*Noce:bruno, duro, compatto resistente alle spaccature e agli urti, ideale per costruire mobili pregiati

Teak:bruno rossastro, compatto, resistene agli urti e alle flessioni,si può utilizzare per mobili e strutture portanti

Ramino:bianco o giallstro, di grana fine, abbastanza duro può essere impiegato per cornici, listelli o pezzi torniti

PREZZI: Sono soggetti a variazione di mercato e per quanto riguarda la vendita al dettaglio l’offerta dei centri fai da te è dal punto di vista qualitativo molto scarsa visto che si vendono soprattutto tavole di abete o pannelli di legno sfogliato (compensato o multistrato) o pannelli di trucioli o fibre.
Il prezzo dipende dal tipo di legno, dallo spessore e dalle dimensioni delle liste.

Costo indicativo del legno più economico come il frassino: 15 euro/mq
Costo indicativo del legno più pregiato come il teak: 70 euro/mq

E’ consigliabile chiedere la quotazione del legno alla Camera di Commercio e i nominativi dei grossisti di zona verificando così la disponibilità dei vari tipi di legno.
Per reperire liste e listoni di compensato o tavole di abete, normalmente è presente un’ampia offerta anche di piccoli pezzi nei centri fai da te.

scegliere-il-giusto-tipo-di-legno-lavori-fai-da-te-lhobbysta-la-scelta-del-legno-giusto

1 comment

Leave Comment
  1. fridavp

    Da oggi con Casa Brico, nell’apposita sezione ”falegnameria” potete scambiare e condividere pareri sul vostro hobby preferito.
    E’ il nuovo portale ideato da Bricocenter, in cui gli utenti piu’ esperti vi aiuteranno a risolvere qualsiasi problema inerente ai lavori di casa, il giardinaggio e tutto quello che è legato al mondo del fai da te.
    http://casabrico.bricocenter.it/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>