Come scegliere il giusto colore dei capelli

Come si sceglie il colore giusto dei capelli? Andiamo alla scoperta di alcuni accorgimenti per adottare la tinta giusta per la nostra chioma. Il primo consiglio consiste nel provare a non distanziarsi in maniera eccessiva dal colore naturale: se si è more, è sconsigliabile diventare bionde. È sempre opportuno, inoltre, tenere presente il colore degli occhi e l’incarnato. Per esempio, occhi neri o marroni si accompagnano meglio a tinte calde, come nero, rosso scuso, mogano o castano, mentre una pelle decisamente chiara, magari con occhi verdi, è l’ideale per capelli ramati. Se si ha una pelle scura ma non si vuole dire addio al biondo, è preferibile ricorrere ai colpi di sole o alle meches. Per chi, d’altra parte, si trova a colorare i capelli per la prima volta il suggerimento è quello di iniziare con una colorazione riflessante o permanente per poche settimane, così da avere una prima idea del risultato finale. In pratica, il colore ideale è quello che si trova in perfetta armonia con pelle, occhi e personalità. Per chi ha pelle chiara e capelli rossi, è assolutamente da evitare il nero, che ha l’effetto di rendere ancora più pallide e inoltre scava i lineamenti, mentre si può optare per tonalità bionde, sul dorato, veneziano o ramato, o sul rosso. Per chi desidera dare un tocco di follia, potremmo usare del rosso fuoco. Per quanto riguarda le persone con carnagione rosata, capelli castani e occhi nocciola, sono da bandire le decolorazioni eccessive, sul platino o sul cenere, che risultano un po’ volgari, a favore, invece, di tonalità calde, magari rossi ramati. Altrettanto gradevole risulterebbe un colore caratterizzato da meches chiare. Le donne con una carnagione olivastra dovrebbero evitare le tonalità arancio o dorate, che hanno l’effetto di rendere artificiale il viso, preferendo, viceversa, un taglio corto biondo platino. Il contrasto eccessivo tra pelle chiara e capelli scuri è in ogni caso da evitare sempre, perché il risultato sarà quello di rendere il colore spento e innaturale. Non è sempre vero che i capelli vanno schiariti nel corso dell’estate. Il nero corvino può illuminare la carnagione, ma stiamo attente a non diventare troppo pallide. Schiarire i capelli è un’operazione possibile, ma per gradi: non bisogna mai passare dallo scuro al biondo in un colpo solo, a maggior ragione nel caso di una tinta fai da te. Ciò si motiva con il fatto che il colore rischierebbe di diventare arancione. Meglio andare a piccoli passi, al massimo due tonalità per volta. Infine, concludiamo mettendo in evidenza l’importanza di ricorrere, soprattutto per chi è indeciso, a una tinta semi permanente, poco aggressiva, che consente di sperimentare colori differenti. La scelta di diventare più scure o più chiare non deve dipendere unicamente dalla personalità, ma anche dalle caratteristiche fisiche, dal colore delle pelle, dalla forma delle sopracciglia, dal colore degli occhi e dalla conformazione del viso. Infine, teniamo sempre conto che i capelli devono anche essere valorizzati da un trucco adeguato, leggero ma deciso e gradevole.

capel

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>