Come scegliere un assicurazione per il camion

In Italia, si sa, le assicurazioni di R.C. obbligatoria sono ormai una giungla di prezzi indistricabile, in cui può addentrarsi senza paura di perdersi solamente un broker di assicurazioni (che nella nostra nazione sono ahimè pochi e, ovviamente, ricercati al pari di luminari). L’alternativa, nel caso non riusciate a trovare un broker che vi prenda a cuore, è provare a documentarvi per trovare da voi le tariffe migliori per assicurare il camion. Questo presuppone due cose: dovete avere molto tempo a disposizione, per poter telefonare, scrivere e comunicare via internet con il maggior numero di uffici possibile (occhio perchè tutto questo vi costerà anche un pochino di soldi!) e soprattutto dovete essere abbastanza smaliziati per raccapezzarvi in un mondo di note informative, franchigie, scoperti, garanzie accessorie ed esclusioni.
Innanzitutto una premessa: se avete un camion solo vi muoverete presso i canali tradizionali, se avete una flotta di camion (o comunque un misto di autocarri ed auto aziendali) vi tornerà senz’altro più conveniente assicurarli tramite i cosiddetti “libri matricola”, che rispetto a prodotti simili come polizze cumulative o insiemi di singole assicurazioni dovrebbe dare vantaggi in fatto di premio, gestione delle scadenze e snellimento delle procedure. Normalmente le compagnie non aprono un libro matricola per meno di 20-30 mezzi, ma chiedendo in giro non si può escludere che qualcuno trovi soluzioni anche per flotte unpo’meno numerose.
Se il camion è uno invece la faccenda si complica leggermente: se non avete possibilità, come dicevo, di affidarvi a un broker in loco, potreste comunque cercare di contattarne altri su internet, molti offrono dei form presso cui chiedere quotazioni gratuite, percui sarebbe sciocco non approfittarne!
Potete anche provare a girare tutte le agenzie di assicurazione della zona, specialmente quelle degli agenti plurimandatari, ma dovete farvi furbi e tenere sempre gli occhi aperti per quanto riguarda condizioni di polizza e tariffe … di certo l’errore più classico e grossolano è fermarsi alla seconda o terza agenzia dopo aver visto una bella differenza di premio rispetto al primo preventivo: le differenze di quotazione per una stessa polizza tra compagnia e compagnia posso tranquillamente raggiungere il 200% del premio, se a questo punto si aggiunge la scontistica a disposizione di ogni singolo porfessionista capirete che i divari in fatto di esborso possono essere enormi!
I vantaggi di adoperarsi per scegliere la migliore assicurazione sono assolutamente evidenti al momento di pagarla, gli svantaggi sono la grossa perdita di tempo e la piccola perdita di denaro che questo vi causerà ogni anno nel caso foste costretti a fare tutto da soli senza farvi aiutare da un professionista del settore.
Indipendentemente dai prezzo valutate oltre alle franchigie R.C. l’eventuale presenza di altre garanzie utili, come la rinuncia alla rivalsa, gli eventi atmosferici, le garanzie kaksko o collisione, il furto/incendio, gli infortuni al conducente e l’assistenza stradale … rischi spesso sottovalutati ma che possono fare la differenza!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>