Come sbarazzarsi delle mosche in modo naturale

“Mosca” è il termine con cui vengono comunemente indicate numerosissime specie appartenenti alla classe degli insetti pterigoti, ordine ditteri, sottordine brachiceri, distribuite in varie famiglie e sottofamiglie.
Tra le tante specie, la mosca domestica è indubbiamente la più rappresentativa, data la sua grande diffusione e la frequenza con cui si rinviene nelle nostre abitazioni.
La mosca è in grado di succhiare unicamente sostanze fluide; si ciba di liquidi naturali di vario genere (sudore, saliva,pus, umori vegetali) oppure di sostanze solide che essa ingerisce dopo averle solubilizzate con la propria saliva.
La mosca domestica viene combattuta non soltanto per la molestia che arreca all’uomo, ma principalmente per il pericolo che essa rappresenta come veicolo di numerosi germi patogeni, tra cui quelli del tifo, della dissenteria, della tubercolosi e della poliomielite.

Esistono in commercio tanti prodotti chimici che debellano le mosche e le loro larve, ma questi prodotti chimici spesso sono tossici. Per evitare di usare questi prodotti non naturali, è meglio ricorrere alla prevenzione.

1) Occorre tenere puliti gli ambienti abitati

2) Chiudere il cibo e gli avanzi in frigorifero o nei mobiletti chiusi

3) Tenere la pattumiera sempre ben chiusa ed allontanare i rifiuti in modo che le mosche non abbiano il modo di depositare le uova

4) Sistemare una zanzariera alla finestra o, in mancanza di quella, una tenda in modo da non permettere a questi fastidiosi insetti di entrare in casa quando la finestra è aperta.

5) Preparare un sacchettino di tulle contenente foglie di alloro, prezzemolo, eucalipto, chiodi di garofano, trifoglio ben sbriciolati: il loro odore allontana le mosche

6) Un bicchiere di aceto tenuto sull’acquaio della cucina aiuta ad allontanare questi insetti molesti che detestano l’odore dell’aceto.

7) Un vaso di basilico sul terrazzo o sul davanzale della finestra è un altro accorgimento per tenere lontane le mosche

8) Anche la pianta del “polipo nettuno” ha un odore caratteristico repellente per le mosche

9) Una pianta carnivora coltivata in soggiorno aiuta a catturare le mosche

10) L’accensione di una lampada fotocatalitica attira con la sua ” luceblu” tutti gli insetti, comprese le mosche che vengono catturate dalla forza di un ventilatore che le introduce in un cestello senza poter uscire

Io ricordo che, quando ero piccola, mia madre appendeva delle strane strisce gialle appiccicose al soffitto della stanza da cucina. Le numerose mosche, avvicinandosi, rimanevano incollate con le zampette.
Io ora in campagna ho adottato un metodo simile, ma con strisce leggere di carta odorose di aglio che sventolano alla brezza del vento e dell’aria in modo da allontanare questi insetti pericolosi per la nostra salute.

mosche

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>