Come salvare e condividere i file a prova di intercettazioni con SpiderOak

Di recente il noto attivista Edward Snowden ha sconsigliato l’uso del cyberlocker Dropbox perché non rispetterebbe la privacy dei suoi utenti. In questa guida vedremo a quale alternativa rivolgerci secondo la più temuta “Gola Profonda” degli USA.

 

Istruzioni

  1. Il servizio in questione si chiama “SpiderOak” (https://spideroak.com/) che offre 2 GB di spazio gratuito, aumentabili in seguito alla sottoscrizione di un abbonamento. Come primo passo, creiamo un account grazie alla nostra mail: la password da noi suggerita verrà criptata.

  2. Scarichiamo il client ed installiamolo: da quel momento potremo eseguire il backup, criptato, dei dati sul cloud: caricandoli già codificati, sarà impossibile decodificarli agli stessi gestori del servizio. Il backup dei dati avviene in due modi.

  3. Innanzitutto possiamo scegliere quali categorie di dati salvare (Desktop, Documenti, Immagini etc) e delegare il compito al client stesso. Nel caso, invece, si vogliano salvare singoli file, possiamo selezionarli e, dal menu contestuale che si aprirà, scegliere di inviarli a SpiderOak proprio per un backup.

  4. SpiderOak si presta anche alla sincronizzazione tra più dispositivi grazie alla creazione della sotto-directory “Hive” in “Documenti”: un file caricato e criptato in questa cartella, sarà accessibile su tutte le altre nostre installazioni di SpiderOak.

  5. Infine lo “Share”, ovvero la condivisione dei file con i nostri contatti. Tutto ciò è fattibile ma occorre prima generare e comunicare a questi ultimi il nostro “ShareID”, una sorta di placet o autorizzazione all’azione di condivisione dei contenuti.

images11

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come mettere in sicurezza le telefonate con RedPhone per Android | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>