Ristoranti storici di Genova

Un ristorante molto insolito situato in un vicoletto del centro storico genovese all’interno di un palazzo trecentesco è il Pintori.A prima vista si rimane davvero sbalorditi in quanto non ci sono vetrine ma solo una piccola porta ed un’insegna rossastra,eppure è uno dei più remunerati e stimati per le proprie specialità davvero eccezionali.Pensate che è sempre pieno di gente,difatti bisogna prenotare per prendere posto in questo locale per non andare altrove.Le specialità gastronomiche vengono proposte dalla signora Nina che dedica tanto amore nel creare e nel cucinare piatti sia di carne che di pesce restando fedele alla tradizione sarda.Le ricette proposte sono estranee alla tradizione genovese o quasi semisconosciute.Ogni giorno viene proposto un menù diverso dando uno speciale riguardo alla pasta fatta in casa come i ravioli,gli gnocchi sardi la pasta con i ricci di mare,la frittura di pesce e i dolci sfiziosi sempre della casa.La cantina poi è a vostra ampia scelta grazie ad una vasta scelta di vini tra oltre le trecento etichette italiane ed europee da abbinare ai vostri piatti.Nelle vicinanze c’è un altro locale storico,l’Osteria San Bernardo.Una cantina dal fascino medioevale con circa quaranta coperti distribuiti in due sale.Qui troverete molte specialità della tradizione ligure e medioevale tutte fatte in casa come gli antipasti,i primi come i ravioli allo stoccafisso,i gamberi alla portoghese e come secondi piatti la frittura di pesce mista.Anche qui non mancano i dolci da deliziare il palato come la torta di fichi e di mele e la scelta di vini come il loro ottimo vino proveniente dalle colline astigiane.Tra il Pintori e l’Osteria di San Bernardo senza dubbio il più rinomato è il secondo in quanto tratta esclusivamente la cucina ligure,per il resto sono molto simili per la disponibilità di posti,circa una quarantina,per l’ampiezza del locale per le specialità fatte esclusivamente in casa e per la qualità prezzo.In genere il prezzo oscilla tra i 25 e i 30 euro,poi se si aggiungono le varie specialità di pesce il prezzo sale abbastanza,intorno ai cento euro.Un peccato che posti come questi offrono davvero pochi posti,nel caso Del Pintori lo svantaggio è la prenotazione obbligatoria e l’estrema piccolezza del locale.Sembra proprio strano come questa trattoria che tratta specialità sarde si trovi nel centro storico genovese senza neanche venire a contatto con la tradizione ligure in oltre quarantanni di attività.Sicuramente il fatto di proporre qualcosa di diverso ma pur sempre con la manualità di farlo.Il vantaggio è senza dubbio l’ottima cantina come del resto anche quella del San Bernardo seppur più casareccia e più aperta al pubblico senza il dover prenotare in quanto è un posto dove si va esclusivamente per mangiare e per deliziare la gola ma anche per fare una cena romantica a lume di candela.Comunque c’è da dire che questi piccoli e insoliti ristoranti sono meta di molti turisti che appena giungono nel centro storico di certo non se ne vanno se non trovano un posto dove mangiare bene.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>