Ristoranti indiani a Roma

Nonostante Roma vanti una lunga e accurata tradizione locale in fatto di cucina non manca di ristoranti dal tipico sapore esotico. Tra questi molto apprezzati e discretamente presenti sul territorio sono quelli di cucina indiana. Speziata e ricca di gusto offre una grande varietà di cibi, dalla carne al pesce, alle numerose verdure che fanno da contorno all’onnipresente riso e al tipico pane nero.
Tra i locali da consigliare per una cenetta in stile asiatico c’è sicuramente Il Mother India, in Via dei Serpenti, proprio vicino al Colosseo: qui la specialità è la cucina Tandoori tipica della regione settentrionale del paese che utlizza come metodo di cottura l’argilla. Il locale è ampio e arredato con quadri e statuine provenienti dall’India. Sono possibili degustazioni con menù fisso con prezzi che variano tra i 15 e i 20 euro per piatti vegetariani e non, per salire a 25 euro per il menù a base di pesce. Non si può andare via senza aver assaggiato una delle sette grappe indiane o aver bevuto la tipica bevanda a base di yogurt “Lassi”. Il ristorante rimane aperto a pranzo e a cena tutti i giorni.
Altro indirizzo da tenere in mente è l’Himalaya’s Kashmir nel quartiere Esquilino esattamente in Via Principe Amedeo. Se il locale può lasciare inizialmente dubbiosi per via dell’arredamento e dell’ambiente, la cucina non potrà deludere. Qui è possibile assaporare dell’autentico cibo indiano. Avvolti dall’odore pungente di spezie si potrà deliziare di numerosi assaggi di piatti tipici dell’India del Nord ad un menù fisso molto conveniente: i prezzi non supereranno mai i 20 euro a persona. Il locale è aperto tutti i giorni dell’anno compresi i festivi. Effettua anche servizio take away.
A pochi passi dal Gianicolo nel quartiere Monteverde si trova l’Himalaya Palace. Ambiente accogliente, servizio impeccabile, grande varietà nei menù disponibili anche a la carte. Da provare il “Samosa”, un fagottino di patate e piselli, il “chicken korma”, pollo allo yogurt con mandorle, il “chicken curry”, pollo cotto in salsa alle spezie e per finire il “pista kulfi”, il gelato indiano con pistacchio. La sera le luci soffuse rendono l’atmosfera molto suggestiva: in estate è possibile mangiare all’aperto nel giardino antistante. I prezzi anche in questo caso si aggirano nella norma intorno ai 20 euro.
Se più che immergersi nella cucina di qualità si vuole invece provare la sensazione di essere all’ improvviso catapultati in India, occorre recarsi allo Shanti in Via Fabio Massimo nel quartiere Prati. Qui i costumi, i suoni, le immagini richiamano in ogni dettaglio il paese asiatico: sembra quasi uno spot vivente. Dal primo momento in cui entrerete in questa sorta di realtà parallela è probabile che non vediate l’ora di recarvici di persona. Ideale anche per una cena romatica nel caso si voglia stupire il proprio partner con sapori marcatamente esotici ed un’ esperienza sensoriale unica. Prezzo tra i 18 e i 30 euro. Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>