Come risparmiare tempo in cucina

La frenesia della vita di oggi ci ha allontanato non poco dai fornelli e di conseguenza dalla buona cucina. Infatti la donna come angelo del focolare è un simbolo che ricorda antichi sapori e che non rispecchia per niente i nostri giorni. Tuttavia pur lavorando, le donne sono costrette ad assolvere ai compiti domestici e in molti casi tocca farlo anche gli uomini soprattutto per i single, che vivono da soli, e per coloro che aiutano in casa le mogli. Il tempo assume una valenza fondamentale nell’incastrare gli impegni lavorativi con quelli biologici.
Le alternative per risparmiare tempo in cucina possono essere davvero molteplici. La prima idea che viene è il prodotto già pronto, surgelato o preconfezionato che va semplicemente scaldato e senza nessuna aggiunta di ingredienti diventa il piatto del giorno. Esempi come risotti Knorr o i famosissimi Quattro salti in padella della Findus hanno dato via al mercato per i più frettolosi. Purtroppo questa tipologia di cibi è ricca di glutammato di sodio e di conservanti che finiscono per incidere oltre che sulla linea anche sulla salute e a lungo andare, abusandone, possono portare all’aumento del colesterolo e a problemi vari. Vanno dunque usati con parsimonia e senza eccessi, una volta a settimana possono coprire una situazione di difficoltà e risolverla in modo estemporaneo e gustoso. Una possibilità per risparmiare tempo in cucina può essere rappresentata dalla cucina light, ovvero cuocendo le pietanze a basso contenuto calorico. In realtà questa tipologia permette anche di saltare molti passaggi della preparazione di un piatto. Per esempio cucinare un sugo senza fare il soffritto fa risparmiare tempo e permette alla bilancia e al nostro organismo di liberarsi degli eccessi di grassi, che spesso ci assillano. Altro modo è l’utilizzo di prodotti più estemporanei sempre light e ideali da accompagnare il pasto della cena, soprattutto in estate. Prosciutto crudo, prosciutto cotto, bresaola, stracchino e fiocchi di latte accompagnati da un contorno composto da insalata o pomodori possono essere una cena leggera, veloce e poco impegnativa da preparare. Un’alternativa che può sembrare banale è l’uso del congelatore. Quando si ha un po’ di tempo si possono cuocere verdure, sughi o piatti più elaborati come le lasagne, distribuirle in contenitori monoporzione e metterle nel congelatore. In questo modo si avrà a disposizione un prodotto genuino, congelato da noi e non sottoposto ai possibili e pericolosissimi scongela e ricongela che possono succedere negli scarichi degli alimenti nei supermercati. Sono invece da considerare in modo limitato il ricorso a panini, che appesantiscono e non sono proprio dietetici, e alla pizza a taglio. La pizza può essere un pasto completo da limitare ad una volta alla settimana, l’uso sconsiderato non aiuta l’organismo, oltre a rallentarne la digestione. Il naturale e i prodotti fatti in casa sono sempre da preferire al già pronto perchè danno garanzie di benessere e di affidabilità. Visto i tempi in cui viviamo dove è sempre più raro avere cibi sani, è giusto imporsi delle buone abitudini anche sfruttando al massimo il tempo che abbiamo in cucina.

cucina

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come montare una lavastoviglie ad incasso | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>