Come risparmiare sui testi universitari

Studiare all’università comporta molte spese, che non si limitano alla pura iscrizione accademica. Le spese più importanti per uno studente riguardano i testi da acquistare ogni qualvolta si segue un corso di studi e si deve poi conseguire un esame. È d’obbligo, infatti, sostenere un esame solo dopo che si è studiato il manuale di testo consigliato dal professore. Molto spesso capita che per uno stesso esame il professore faccia un elenco di testi per l’esame, testi differenti tra loro per argomento, ma utili per il raggiungimento della conoscenza della materia. In più con i nuovi corsi di studi, se uno studente per un corso deve conseguire otto crediti universitari formativi (CFU), alcuni insegnanti possono decidere di spezzettare il corso di studi in varie trance. Ad esempio, l’esame può essere suddiviso in tre parti propedeutiche, riguardanti argomenti differenti. Per i vari step si dovranno acquistare diversi manuali di testo. Dato che la maggior parte dei corsi di studi vengono spezzettati per agevolare lo studente e snellire il suo carico di studio, ci si trova sempre di più a spendere molti soldi nell’acquisto dei testi.

Allora, come è possibile risparmiare sui libri per l’università? Ci sono varie soluzioni, oltretutto conosciute dalla maggior parte degli studenti. Il consiglio più ovvio per un abbondante risparmio riguarda le classiche fotocopie ai testi. Ogni ateneo è fornito di una biblioteca che dispone di una copia dei manuali delle materie in oggetto i corsi di studio della facoltà. Grazie al servizio bibliotecario (che di solito agevola lo studente facendo pagare le fotocopie qualche centesimo in meno rispetto alle altre fotocopisterie) lo studente potrà risparmiare molti euro facendo le copie dei testi più onerosi. Spetterà a lui farsi i calcoli di quanto può risparmiare e di quali libri conviene fare le copie. Un altro modo per risparmiare sui testi è quello di evitare di acquistare tutti i libri che il professore consiglia. Il prof, infatti, è solito fare un elenco molto lungo dei testi da studiare, perché vuole che il suo studente approfondisca gli argomenti della sua materia. Non comprate tutto quello che vi consigliano. Utilizzate la risorsa di internet quale servizio gratuito per approfondire le tematiche che vi interessano. Scaricate gratis dei macroargomenti che vi aiuteranno ad ampliare le vostre conoscenze per l’esame senza spendere soldi. Un altro consiglio per risparmiare sull’acquisto dei testi è quello di creare dei piccoli gruppi di studio. Se ogni studente del gruppo acquista un testo diverso e poi i testi vengono scambiati, i componenti del gruppo potranno avere il testo nel momento in cui serve, ma ognuno di loro avrà acquistato un solo libro. Quest’ultimo consiglio vale se con i vostri colleghi avete un rapporto di fiducia e rispetto. Se non vi sentite di fare un accordo di gruppo potreste farlo anche con un collega. Per un corso si devono comprare due testi universitari? Il manuale lo compra il collega A mentre il saggio lo acquista il collega B. Non ci saranno problemi per studiare insieme, anzi vi aiuterete a vicenda e avrete risparmiato sull’acquisto dei testi!

testi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>