Come risparmiare denaro sui videogiochi

Non è affatto raro sentire in giro che i videogiochi costano troppo, soprattutto per quel che riguarda il mercato delle console, ma non solo. Se talvolta, vista la qualità scadente di alcune produzioni, si può anche concordare, nel caso di prodotti di qualità va considerato però che dietro c’è un grande lavoro svolto da team di professionisti che va adeguatamente ricompensato. A questo punto direte: “Sì, ok ma se non posso permettermi cinquanta euro da spendere per questo titolo? Ebbene, prima di cedere alle lusinghe della pirateria, esistono altre soluzioni. La prima, la più semplice, è la capacità di attendere e resistere alla smania di possedere il gioco il giorno della sua uscita. Spesso infatti, a meno di un anno dalla pubblicazione il videogioco cala drasticamente di prezzo, in alcuni anche del 50%. Dopo un paio d’anni è spesso possibile trovarlo in edizione economica o budget che dir si voglia, se non addirittura allegato alle riviste di settore. A questo aggiungiamo pure le promozioni che possono essere attuate dai negozi appartenenti alle grandi catene di distribuzione. Se siamo giocatori di Playstation o di Xbox e non abbiamo il pallino del collezionismo, possiamo sfruttare un’ottima opportunità con il mercato dell’usato, che è molto attivo nei negozi specializzati del nostro Paese. Rivendere un gioco appena finito in buone condizioni può assicurarci magari una nuova uscita a prezzo ridotto oppure di sfruttare vantaggi come il 3×2. La stessa cosa purtroppo non esiste per i videogames per PC, pesantemente penalizzati dalla pirateria digitale. Tuttavia, oltre a ricorrere alle classiche offerte su Ebay, sta fiorendo negli ultimi tempi il digital download e crescono le vendite online. Un sistema che, nonostante non possa contare sul fascino di maneggiare la scatola del nostro agognato titolo, presenta degli indiscutibili vantaggi: prima di tutto, i prezzi molto competitivi, proprio perché non c’è da pagare il packaging, né vi sono spese di trasporto. Ci si scarica tutto sul proprio computer, solitamente in tempi rapidissimi. In secondo luogo, non mancano offerte allettanti nel day one per i giochi più attesi. Inoltre, va considerato che abbiamo a disposizione un catalogo molto ricco, dove poter anche scovare o riscoprire gemme del passato per una manciata di euro. Se poi non riusciamo a rinunciare al fascino della versione scatolata e abbiamo una discreta domestichezza con la lingua d’Albione, può valere la pena fare un giro sui siti delle grandi catene inglesi che a volte presentano ghiotte offerte e non penalizzano con i costi di spedizione. Insomma, risparmiare denaro non solo è possibile, ma nemmeno troppo complicato. Parola di gamer.

risparmiare sui videogiochi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>