Come riprodurre file AVI su Mac

Il formato .avi (audio video interleave) è di gran lunga il più comune nel mondo dei PC per i dati video/audio. Non tutti i filmati .avi sono però uguali, e i differenti standard di compressione raccolti sotto questa sigla possono non essere letti correttamente dai computer Macintosh, che come formato proprietario usa solitamente il .mov, obbligando quindi l’utente a usare programmi di terze parti per guardare un film.

Considerando che è difficile capire quale tipologia di compressione sia stata usata per un determinato documento, la prima cosa da fare, avendo di fronte un file .avi su un Mac, è comunque quella di provare a riprodurlo con Quicktime, trascinandolo sull’apposita icona del dock quando l’applicazione è aperta: una buona parte di questi file funziona infatti con il programma standard di Apple e non si rendono quindi necessarie altre operazioni. In caso invece di malfunzionamento – che può avere diverse forme, dalla riproduzione scorretta del video o dell’audio alla mancata sincronia tra i due, arrivando fino all’impossibilità totale di leggere il file – ci sono molte alternative “free” a cui rivolgersi.

VLC è il player video più diffuso per PC, Mac e Linux, e di solito basta questo per poter leggere qualsiasi formato video/audio senza avere più problemi. Si tratta di un programma molto noto, free ed open source, con un’interfaccia un po’ spartana ma che permette grande flessibilità, dalla regolazione della sincronia fino ai sottotitoli. È aggiornato continuamente per tutte le piattaforme e può essere scaricato gratis all’indirizzo http://www.videolan.org/vlc/download-macosx.html.
Il grande concorrente di VLC è MPlayerOSX (http://sourceforge.net/projects/mplayerosx), che riproduce agilmente xvid, 3ivx, MPEG, VOB, AVI, VIVO, ASF/WMV, QT/MOV, MPG4. Anche qui i file con i sottotitoli possono essere gestiti e appaiati ai video senza difficoltà. Tra VLC e MPlayer è davvero difficile che rimangano filmati .avi illeggibili anche per l’utente Mac.

Freeware ed open source è anche Perian, che agisce però in modo diverso, concentrandosi su Quicktime e rendendolo in grado di leggere una varietà di formati, tra cui AVI, FLV, 3ivX, DivX, Flash Screen Video, MS-MPEG4, MKV (Matroska), Sorenson H.263, Truemotion VP6 o Xvid. L’installazione è immediata e fa comparire un nuovo pannello di controllo tra le preferenze di Mac OS X. Inoltre, nuovi formati di audio puro possono essere riprodotti da Quicktime così modificato, come AAC, AC3 Audio con A52Codec, H.264, MPEG4, e VBR MP3. Perian è scaricabile all’indirizzo www.perian.org. Un’altra alternativa (meno consigliata) è Codec 3ixv, scaricabile su www.3ivx.com; meglio Flip4Mac, su www.flip4mac.com, che hanno più o meno la stessa funzione.
Se invece quello che si desidera è convertire un filmato da un formato all’altro, e non semplicemente riprodurlo, il miglior programma gratis è ffMpegX (homepage.mac.com/major4).
Infine, se non si ha un moderno computer con Mac OS X a disposizione ma una versione più stagionata dei classici System, Apple distribuisce liberamente i software Indeo Video nelle versioni 3, 4 e 5 a questo indirizzo:

ftp://ftp.apple.com/Apple_Support_Area/Apple_Software_Updates/English-North_American/Macintosh/System/QuickTime/.

vlc

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>