Come riparare i graffi sui mobili di legno

Il legno ha la caratteristica di essere bello e resistente e molti difetti superficiali come i graffi possono essere eliminati usando materiali e utensili corretti.

Se graffi sono profondi è necessario carteggiare il legno fino a lisciare completamente la superfice, per piccole superfici questa operazione può essere svolta a mano utilizzando prima una carta vetrata a grana grossa poi alla fine della carta vetrata di finitura 1000, per pezzi più grandi si può utilizzare una piccola levigatrice.
E’ importante che quando si passa la carta vetrata si proceda sempre in direzione della venatura del legno.
Alla fine asportare i residui con un panno umido e lucidare con della lana d’acciaio a trama sottile fino a che non si ottenga una superfice liscia completamente levigata.

In base alla nostra esperienza il problema più grande dopo avere carteggiato e levigato è quale prodotto utilizzare sulla superfice per fare un’idonea finitura.

Esistono tre possibilità per effettuare una corretta finitura, utilizzando dei prodotti adatti in relazione alla funzione del mobile:

*Vernice: Ne esistono di diverse formulazioni tutte a base di olio e resina o polimeri per dare una protezione ottimale al legno.
La vernice deve essere distesa in strati sottili, in modo che risulti resistente all’acqua, la scelta dipende dalla gradazione che si vuole scegliere, si va da vernici molto lucide a quelle molto opache.

*Cere:In commercio ne esistono delle ottime e sono tutte di facile applicazione, possono dare come effetto finale quello di una leggera brillantezza nel caso in cui le superfici del legno siano poco usurate.
E’ preferibile usare cere di origine animale come la cera d’api che si trova mischiata a speciali solventi che ne favoriscono l’applicazione, l’unico inconveniente è che la cera penetra solo negli strati superficiali e non in profondità come l’olio.

*Olio:Ha la caratteristica di penetrare in profondità attraverso le porosità del legno; l’olio si deve stendere in diversi strati, bisogna eliminare completamente ogni residuo di cera e di vernice per favorire la penetrazione dell’olio nel legno e favorirne l’impregnatura.

Applicazione dell’olio: Stendere una quantità generosa di olio e strofinare con un panno morbido, occorre applicare più strati per lasciare il tempo all’olio di penetrare. Lucidare la superfice con un panno morbido.Il prezzo di un olio restauratore di 200 ml parte da un prezzo di vendita di circa 5 euro.

Applicazione della cera:Strofinare la cera con uno straccio, lasciare solidificare e strofinare per eliminare quella in eccesso,lucidare con un panno morbido. Il prezzo di una cera d’api liquida per esempio della Liberon ha un prezzo al pubblico di 9 euro, è consigliabile comunque visitare un negozio fai da te per valutare le diverse offerte.

Applicazione della vernice: si può usare vernice acrilica o all’olio, l’importante è non lasciare segni di pennello; se si usa della vernice acrilica bisogna lavorare velocemente perchè si asciuga in fretta. Passare almeno due strati di vernice e lucidare con lana d’acciaio tra uno strato all’altra.
Consiglio:Verificare i prezzi presso un centro di bricolage

SVANTAGGI: Non rilevati
VANTAGGI: Quelli esposti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>