Come rintracciare un cellulare

Qual è il procedimento da seguire se si desidera rintracciare un cellulare?
Nel caso in cui si disponga di un dispositivo Android, la soluzione più efficace consiste, senza dubbio, nell’installare sul proprio smartphone una suite chiamata Lookout Mobile Security. Si tratta di un’applicazione, per altro disponibile anche gratuitamente per un periodo limitato (per due settimane si possono provare tutte le caratteristiche della funzionalità premium), dedicata alla sicurezza, che esegue il backup dei dati, permette di proteggere il dispositivo dai virus e, appunto, consente di rintracciare il telefono nel caso in cui venga smarrito. Dopo aver installato l’applicazione secondo le istruzioni segnalate, occorre avviarla, e integrare la procedura di configurazione cliccando semplicemente su Get started. Quindi bisogna selezionare due volte la scritta Next, e infine cliccare su New user. A questo punto è necessario compilare il modulo che compare, inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica, digitare anche la password che si vorrà utilizzare per effettuare l’accesso al servizio di rintracciamento. Per completare le operazioni, bisogna infine cliccare su Start lookout, No thanks e Done, quindi, per iniziare a utilizzarlo, si seleziona Launch premium e il gioco è fatto.

Per rintracciare il telefono, una volta installata l’applicazione è sufficiente accedere al sito web di Lookout Mobile Security: una volte eseguito l’accesso usando il pulsante Log in (lo vedete a destra, in alto), basta cliccare su Find my phone: in questo modo si entra nella funzione che permette di rintracciare il telefono. Nella nuova pagina che si apre, scegliete Locate e quindi Next: vedrete comparire un modulo all’interno del quale occorre digitare il proprio numero di telefono. Dopo aver scelto dal menu a tendina la voce Italy, cliccate su Save e quindi su Locate due volte: a questo punto, si potrà vedere la posizione del proprio cellulare sulla mappa che appare.
Nel caso in cui non si utilizzi Android, in ogni caso, è possibile ricorrere ad altri servizi di rintracciamento del telefono che ricorrano ad altri sistemi operativi. Uno di questi si chiama Puntalo, e anche in questo caso la procedura di registrazione e installazione si rivela decisamente semplice. Un ulteriore modo per individuare il proprio telefono, infine, consiste nell’utilizzo di Google Latitude. Si tratta del servizio Gps che viene fornito da Google, e che consente di identificare uno smartphone sulla cartina di Google Maps.

Il suo funzionamento è alquanto semplice, e, soprattutto, gratuito. Google Latitude, inoltre, funziona con tutti i tipi di smartphone. Come si può notare, dunque, le opportunità per rintracciare un telefono sono molte, e a prescindere dal tipo di sistema operativo che utilizza lo smartphone gli utenti hanno la possibilità di individuare il proprio cellulare in maniera veloce, fluida e gratuita. Vale la pena di notare che il servizio di tracciamento dei cellulari può tornare molto utile non solo in caso di smarrimento, ma anche, per esempio, per tenere sotto controllo tutti gli spostamenti dei nostri figli, senza troppe preoccupazioni, e, soprattutto, con pochi e semplici clic.

rintracciare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>