Come rinnovare la propria casa

Ravvivare casa senza spese esagerate si può. Non serve cambiare da capo a piedi l’arredo. Basta un po’ di fantasia, un po’ di manualità e di buongusto.
Innanzitutto mi viene in mente la sostituzione delle tende. Consiglio di sceglierle economiche e colorate, evitando pizzi e merletti che sono un po’ troppo retrò e poco adatti per dare una sferzata di novità ad una casa che vuole essere ravvivata.
Via i vecchi quadri, quelli che si vedono da anni sulle pareti: suggerisco di sostituirli con stampe su tela, magari realizzate da foto scattate ai propri bimbi, al mare, in montagna in modo da personalizzare le stanze, siano esse camere o salotto.
In cucina nuovi strofinacci e nuove tovaglie, largo al colore anche durante il pranzo e la cena. Perché non abbinare anche stoviglie colorate, magari di tutti i colori e bicchieri con porta bicchieri in plastica colorata? Anche fare pranzo e cena sarà più divertente.
In salotto si può dare un tocco di vivacità al divano o alla poltrona comprando un copri divano o copri poltrona di stoffa colorata. Aiuterà a proteggere il divano, sarà facilmente lavabile e potrà essere scelto nei colori che più si addicono alle tende nuove.
E perché non pensare di cambiare le sedie del salotto sostituendo quelle vecchie sedie classiche con sedie in plexiglass trasparente? Idea simpatica e particolare. Con pochi accorgimenti si possono creare anche nuovi soprammobili: usando materiale riciclato come lattine o bottiglie di plastica si possono creare dei nuovi portacandela in stile post-moderno, del tutto personalizzati. Si può pensare ad un centrotavola da realizzare con un contenitore per i pesci, la classica “boccia” da riempire per metà di acqua ed in cui inserire petali di rosa colorati.
Nella stanza da letto si può sostituire il copriletto del matrimonio con qualche cosa di più sbarazzino. Magari economico, meno prestigioso, non ricamato e senza pizzi ma con un copriletto colorato e anche in questo caso semplice da lavare e riutilizzare si può dare un tocco di novità con una semplice mossa.
Se poi si è pratici di pennelli e vernici si può anche pensare di rinnovare dando un tocco di novità alle pareti. Penso alla stanza dei bambini nella quale lasciare quel verdino di fondo che li ha accompagnati per i loro primi anni di vita ma aggiungere un disegno proponendo un angolo di bosco, con alberi, funghetti e piccoli animali. Oppure dare un tocco magico alla cameretta delle bambine disegnando le loro adorate fatine che svolazzano sulla parete.
Il costo di ogni singola operazione è commisurato ai materiali utilizzati: una minima spesa per i materiali di recupero ma il discorso è diverso per le tende, i copri letti, i copri divani. Per la tinteggiatura c’è da tener presente il costo dei colori visto che poi la manodopera la si mette in proprio.
Si avrà il vantaggio di aver dato un tocco personale alla propria casa ma lo svantaggio sta nel doversi dare da fare a livello personale, senza chiamare arredatori o imbianchini. Io da ragazzina ho rimodernato la mia cameretta con degli stencil usati per dipingere le pareti: un ottimo lavoro!

rinnovare-la-propria-casa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>