Come rimuovere graffi dal frigo

Non bisognerebbe mai trascurare la manutenzione degli elettrodomestici non solo per quanto riguarda la parte interna, ma anche per ciò che concerne la “carrozzeria”; per la pulizia di gran parte dei frigoriferi bianchi è sufficiente utilizzare delle creme detergenti abrasive che sono in grado di eliminare i segni presenti nella superficie, quando però ci troviamo dinanzi a veri e propri graffi bisogna agire esattamente come se ci trovassimo davanti ad un graffio presente nella carrozzeria di un’autovettura.

Vengono genericamente chiamati con il termine di “graffi”, i segni presenti sulla superficie del frigorifero, dobbiamo però distinguere tre tipi di graffi al fine di adottare gli opportuni provvedimenti per eliminarli o “mascherarli”:

* i segni superficiali;

* i graffi;

* le incisioni.

A seconda del tipo di danno presente sulla superficie, bisogna usare i prodotti giusti e la metodica più opportuna.

* Per quanto riguarda i segni superficiali, caratterizzati da una linea irregolare “grigiastra”, è sufficiente utilizzare della crema abrasiva, esercitare una blanda pressione, facendo dei movimenti circolari e il segno sarà eliminato senza che rimanga alcuna traccia.

* Per quanto concerne,invece, dei graffi superficiali, si può utilizzare della pasta abrasiva a grana fine, un ottimo prodotto è quello della Arexons che rimuove qualsiasi graffio e non danneggia la vernice.
Il procedimento è il medesimo che seguiremo nel caso in cui dovessimo rimuovere un graffio sulla macchina: mettete un pò di pasta abrasiva su un pezzo di cotone, esercitate una blanda pressione sul graffio facendo un movimento circolare; in ultimo passate una pezzuola di cotone per rimuovere l’alone lasciato dalla pasta abrasiva e per lucidare la superficie.In presenza di graffi di questo tipo, la rimozione è abbastanza agevole e richiede un intervento di qualche minuto.

* Nel caso in cui siano presenti delle incisioni, non è sufficiente utilizzare le metodiche precedentemente descritte in quanto se viene intaccata la vernice l’uso della sola pasta abrasiva non solo non rimuoverebbe il graffio, ma rischierebbe di rimuovere il “trasparente” presente sulla vernice con conseguente opacizzazione dell’area interessata.
Il modo migliore per rimuovere l’incisione è quello di riempire il solco con dello stucco per carrozzeria, si consiglia di procedere in questo modo:

1) Procurarsi una spatolina per applicare lo stucco, della carta gommata per mascherare la zona interessata, della carta vetrata di grana 1000.

2) Mascherare l’area interessata con la carta gommata, collocandola quasi a ridosso dell’incisione.

3) Applicare lo stucco con una rasatura leggera in modo che venga riempito il solco.

4) Lasciare asciugare lo stucco e passare la carta vetrata

5) Applicare sullo stucco della vernice bianca per elettrodomestici.

In caso di incisioni profonde questo è l’unico modo per cercare di mascherare il solco; in alternativa per fare un lavoro “pulito”, bisognerebbe stuccare il solco, opacizzare l’intera superficie e riverniciare.
Naturalmente tale scelta non solo è antieconomica, ma comporterebbe dei problemi logistici non facilmente risolvibili all’interno di un’abitazione.

Prezzo: Un tubetto di pasta abasiva della Arexons viene venduto intorno ai 4/5 euro; un barattolino di stucco per carrozzeria costa intorno ai 4/5 euro.

Svantaggi: Sono in relazione all’entità dei graffi.
Vantaggi: Una procedura corretta consente di eliminare la maggior parte dei graffi.

frigo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>