Come ridurre lo spam nella posta Alice

Alice mail è una casella di posta elettronica fornita gratuitamente come servizio agli abbonati di Telecom Italia che hanno sottoscritto un contratto ADSL. Un problema molto diffuso riscontrato da chi possiede una casella di posta elettronica è quello legato allo spam, ovvero a tutti quei messaggi di posta indesiderati che ci vengono inviati via email da contatti sconosciuti. I messaggi di spam, oltre ad essere fastidiosi (come ad esempio i messaggi pubblicitari), possono contenere link malevoli, che una volta aperti, possono aprire le porte del vostro computer per infezioni di vario genere (trojan, virus, rootkit, ecc…). La maggior parte delle caselle di posta elettronica contiene di default un filtro antispam e una cartella detta “posta indesiderata”: se un messaggio è stato segnalato parecchie volte da più utenti come messaggio di spam, allora esso verrà spostato al suo arrivo in questa cartella. Se erroneamente un messaggio valido è stato considerato spam, sarà possibile raggiungerlo nella lista dei messaggi validi e sicuri con un click. Per quanto riguarda Alice mail, Telecom Italia offre un potente filtro anti spam e anti phishing (email con contenuto ingannevole). Nel caso vi accorgiate che delle email sospette non si spostino automaticamente nella cartella “posta indesiderata” allora dovrete selezionare i messaggi e contrassegnarli come spam utilizzando l’apposita funzione: in questo modo avrete impostato un particolare filtro capace di riconoscere e spostare nella cartella spam tutti i messaggi che vi verranno inviati da quel mittente.
Ecco una semplice guida per contrassegnare un messaggio come spam e impostare dei filtri più precisi rispetto a quelli di default:
– Andate nella sezione “Posta in Arrivo”;
– Selezionate i messaggi che secondo voi possono essere malevoli e indesiderati. Ricordate che banche e posta non vi chiederanno mai di cambiare i dati o di accedere al vostro account tramite un messaggio di posta: tutti questi messaggi sono considerati tentativi di phishing e devono essere segnalati più drasticamente rispetto ai normali messaggi di spam;
– Col tasto destro del mouse cliccate sul messaggio indesiderato e selezionate la voce “Segnala come Spam”. Il messaggio sarà spostato nella cartella “posta indesiderata” e verrà cancellato automaticamente dopo 15 giorni a meno che non lo selezionate e clicchiate nella dicitura “Segnala come No Spam”.

Per impostare i filtri delle vostre email dovete:

– Andare nella sezione “opzioni” e poi su “filtri email”;
– Inserite un nome per il vostro filtro come ad esempio “NO SPAM”;
– Nella sezione “Criteri” inserite i mittenti sconosciuti o quelli dai quali non volete ricevere messaggi. In alternativa dovrete inserire delle cosiddette “keywords” ossia delle parole che una volta rintracciate in un messaggio segnalano un tentativo di Spam. Le parole chiave più utilizzate dagli spammer sono bonus, denaro, sex, euro, prezzi ecc…. Per una lista completa è necessario fare una semplice ricerca attraverso un motore di ricerca.
– Salvate e applicate il filtro cliccando su “Salva”.

Alice posta

2 comments

Leave Comment
  1. Claudio

    Il discorso di inserire gli indirizzi nella casella SPAM purtroppo non serve più di tanto. Sto ricevendo da ormai molte settimane lo stesso tipo di messaggi ma da nominativi differenti. il problema è che tali messaggi ( a mio parere in base a ciò che vedo ) si propagano a tutti gli indirizzi che hanno “@alice.it” nell’indirizzo del dstinatario. Per il nome precedente bastano anche due o tre lettere e lo spam arriva a tutti coloro che nel loro nome hanno queste lettere e @alice.it come provider.
    Ecco fatto che la casella indesiderata e Spam non servono più a nulla. Ho nella mia cartella SPAM 220 messaggi identici spediti da mittenti differenti. Tutto questo succede anche con ICloud che addirittura mi inserisce pubblicita RayBan nel calendario del cellulare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>