Come ridurre le bollette del telefono cellulare per le aziende

Se c’è un mercato in continua espansione nonostante la crisi di questi anni, allora parliamo del mercato dei cellulari,
divenuti i mezzi di comunicazione per eccellenza per tutti, globalmente. Oggi vediamo come poter ottimizzare
i costi della telefonia, nello specifico daremo un occhiata a come sfruttare al meglio il costo dei cellulari aziendali.
Le aziende che offrono i servizi per la telefonia,i cosiddetti operatori telefonici
offrono pacchetti tagliati su misura sia per privati che per professionisti. Per le aziende è preferibile scegliere degli abbonamenti mensili alle semplici schede
ricaricabili per svariati motivi: si tengono sott’occhio i costi grazie al prezzo fisso di un pacchetto abbonamento e grazie alla vasta scelta di
pacchetti abbonamenti fra tutti gli operatori telefonici si puo’ scegliere un offerta su misura per il proprio utilizzo.
Generalmente ogni operatore telefonico mette a disposizione dai 3 pacchetti abbonamento in su. Il prezzo si differenzia per 3 cose: i minuti, il
traffico dati e i messaggi a disposizione ogni mese. Poi si aggiungono anche ulteriori servizi come un tot di minuti di chiamate in roaming,
l’email sul cellulare, chiamate tra colleghi e molto altro ancora.
Un valido consiglio per le aziende è di non tuffarsi subito sul pacchetto base o quello che costa di piu’, poichè quello base forse non riuscirebbe
a coprire tutti i minuti di conversazione che servono o viceversa, il pacchetto piu’ costoso potrebbe risultare in gran parte inutilizzato. E’
preferibile controllare cio’ che serve realmente ai dipendenti che andranno a fare uso del cellulare: in media, quante chiamate fanno? Hanno
realmente bisogno di 1000 sms al mese? Internet sul telefono è indispensabile sempre o solo per rare occasioni, collegandosi con fatturazione a
parte?
Una volta fatti questi calcoli, soprattutto sulla media delle chiamate che si possono effettuare, è consigliabile aggiungere un 20% in piu’, e
scegliere quindi un pacchetto con quel 20% di minuti in piu’. Un altra cosa fondamentale da considerare è la stagione: se il telefono lo si
utilizza per lo piu’ solo in un determinato periodo dell’anno, ha veramente senso un pacchetto abbonamento mensile? Infine un altra cosa importante da considerare è il campo: in molte parti d’Italia ancora vi sono posti dove determinati operatori non hanno campo, quindi è impossibile utilizzare il telefono se non accompagnato da svariate acrobazie ed allungamento di braccia. Magari si va’ a pagare qualcosina in piu’ al mese, ma si sceglie l’operatore che nella propria città o comunque nel posto dove si passa la maggior parte della giornata (se prevedibile!) dà la garanzia della ricezione del segnale.
Insomma: non lasciamoci abbindolare da fantastiche offerte da firmare subito, solo perchè danno un cellulare “omaggio” ma realmente andiamo a spendere il doppio ogni mese o dal sentito dire detto da altre aziende: ogni azienda è diversa ed utilizza i mezzi nella maniera migliore per ridurre i propri costi – ricordiamoci che non sempre il piu’ completo è il migliore, se poi non ce ne facciamo nulla e paghiamo il doppio al mese.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>