Come ricordare i nomi

Non tutte le persone sono uguali, esistono alcuni dotati di una memoria prodigiosa capaci di ricordare con minuziosi dettagli eventi avvenuti molto tempo prima, altri che invece non riescono per distrazione o poca dimestichezza neppure ad associare un nome ad un volto. Ecco perchè esistono molti tipi di memoria così come esistono delle vere e proprie tecniche che una volta apprese servono a migliorare l’apprendimento di nomi e nozioni e a facilitare il riconoscimento di qualcosa che si vede o ascolta.
Spesso si sente parlare di memoria fotografica, come di quella capacità spesso ritenuta un vero e proprio dono di ricordare magari la pagina di un libro, una frase letta come se ci si trovasse davanti un’immagine di quella determinata cosa, o ridordare perfettamente i tratti e la fisionomia di una persona anche se è la prima volta che la si vede. Si parla invece di memoria uditiva quando si ha la capacità di ricordare e memorizzare ciò che si ascolta, o di memoria motoria quando si memorizzano determinate seguenze motorie, come movimenti o magari per i ballerini i passi di danza, una volta che questi vengono mostrati e ripetuti fino ad essere memorizzati per imitazione di chi li ha eseguiti.
Esistono quindi tantissimi tipo di memoria, alcune sono implicitamente possedute senza che ci si renda conto di averle, molti senza una chiara spiegazione possono associare profumi a stati emozionali, altre capacità possono essere sviluppate e migliorare con il tempo.
Le tecniche mnemoniche più utilizzate per memorizzare dei nomi sono le tecniche associative, associando i nomi a delle immagini particolarmente pregnanti per la nostra mente, si è portati a ricordare anche il nome ch direttamente gli si associa. Oltre all’immagine, magari esagerata o fuori da un contesto apparente, è possibile anche associare il nome di una persona ad un colore, o ad una determinata situazione, contestualizzare il momento della conoscenza e ricordarla nella propria mente nel momento che si presenta l’occasione di ritrovare magari quella persona vista una sola volta in quella determinata circostanza nella quale però è avvenuto un particolare episodio che è rimasto impresso. Riportare alla mente detagli è molto importante oltre che utile, si possono memorizzare anche i tratti somatici di una persona, o le caratteristiche fisiche, una persona molto alta o molto bassa, una con una strana acconciatura o un vestito particolare verrà ricordata meglio e prima rispetto ad una persona “un pò anonima”. Oltre alle associazioni mentali, alle immagini, al contesto ecc., un’ulteriore e assolutamente personale metodo riguarda l’abilità di creare delle vere e proprie sequenze di idee personali, queste sequenze non devono necessariamente avere una logica ne tanto meno un senso, ma avere un significato ben preciso per chi le crea e le memorizza. Ripetere semplicemente un nome spesso non basta, la semplice ripetizione oltre ad essere limitata a quel determinato lasso di tempo può nel lungo periodo non essere ricordata, ecco perchè bisogna affidarsi a tecniche e piccoli segreti che possano aiutare a ricordare i nomi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>