COME RICARICARE IL POSTEPAY

La maggior parte degli acquirenti online utilizza la comoda e sicura carta Postepay, servizio offerto dalle Poste Italiane.
La Postepay è una carta prepagata e per questo necessita la ricarica, ma è una operazione semplicissima realizzabile in diversi modi.
Prima di tutto è importante precisare che la ricarica può essere effettuata sia dal titolare ma anche da estranei a conoscenza del nome del proprietario e il numero identificativo della scheda.

I metodi di ricarica previsti dal servizio PostePay sono:

– Ufficio Postale: in ogni città è possibile trovare uno o più uffici postali, basti pensare che in Italia ce ne sono oltre 14.000. Per ricaricare la propria carta basta presentarsi allo sportello muniti di codice fiscale, il numero identificativo della Postepay e il nome del titolare (il proprio o altrui). Spesso chiedono anche la carta d’identità, soprattutto se la ricarica non è effettuata sulla propria scheda, quindi previo problemi meglio premunirsene in tutte e due le situazioni.
Dopo aver compilato il modulo bisogna versare la cifra desiderata tenendo però in considerazione della tassa di 1 euro su ogni ricarica effettuata.

– Presso bar, tabacchi o locali che dispongono del servizio di ricevitoria SISAL. Le modalità di ricarica sono uguali a quelle dell’Ufficio Postale ma in questo caso la tassa sulla transazione è di 2 euro. Il limite previsto di ricarica ammonta a mille euro.

– Tramite BancoPosta: coloro che hanno un conto presso le Poste e hanno attivo il servizio di homebanking possono trasferire qualsiasi somma sulla propria carta senza pagare alcuna tariffa.

– Con una Sim Card: se si dispone di una Sim Card telefonica delle Poste Italiane è possibile trasferire fondi se è associata a una PostePay. Se si vuole ricaricare la carta di un’altra persona è sufficiente conoscere o il numero di telefono o il numero della carta.

– Con circuiti Visa e Mastercard: può sostituire un pagamento di Postepay ma solo con ATM Postamat e prevede una commissione pari a 3 euro.

– Ricarica Online: se non si ha tempo per queste operazioni si può optare per un servizio molto più veloce usando il portale Internet delle Poste Italiane (www.poste.it). Le operazioni sono immediate e tutte online, basta cliccare su ricarica carta e i fondi saranno subito trasferiti sulla PostePay, in questo caso c’è sempre la commissione di 1 euro.

– ATM Postamat: questo servizio prevede il possesso della carta Postamat Maestro o altre carte sempre legate alla Posta Italiana, la ricarica avviene automaticamente con il sovrapprezzo di 1 euro.

postepay

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>