Come restare in buona salute durante la gravidanza

Come restare in buona salute durante tutta la gravidanza?
Quando si sta pensando di concepire, è un’’ottima idea pensare a correggere o a migliorare il proprio stile di vita già prima di entrare in gravidanza. Una delle prime cose da fare prima di concepire è pertanto quella di fare una visita medica generale. Si tratta poi di stabilire una tabella di marcia che riguardi l’’alimentazione, la cura del corpo e l’’idratazione quotidiana, ricordando che i chili da prendere in questa fase vanno dai 9 ai 13, a seconda della struttura del corpo. In particolare, partendo da un peso forma, si dovrebbe aumentare di un chilo al mese nel primo trimestre, circa un chilo e duecento nel secondo e un chilo e mezzo o poco più nel terzo.
La prima regola che riguarda l’’alimentazione è sicuramente quella di bere molta acqua. Normalmente dovremmo introdurre da un litro e mezzo a due litri di acqua al giorno. Meglio ancora se oligominerale. E dovremmo continuare a idratarci anche mangiando molta frutta e verdura.
Durante la gravidanza dovremmo avere dei pasti regolari, con delle quantità discrete e soprattutto evitare di mischiare i carboidrati con le proteine, soprattutto a cena.
Chi ha detto che in gravidanza bisogna mangiare per due? I consigli delle nostre nonne erano validi un tempo, quando di cibo se ne trovava poco, e davvero c’era la necessità di nutrirsi. Oggi per fortuna non abbiamo bisogno di mangiare tanto, e soprattutto possiamo evitare di appesantirci ogni volta che ci sediamo a tavola, preferendo invece degli spuntini freschi come macedonie di frutta senza zucchero, spremute, frullati e crudité di verdure. Alimenti ottimi, questi, per fissare i giusti nutrimenti come il calcio e il fluoro.
Le bibite gassate andrebbero evitate del tutto, perché contengono troppi zuccheri e tendono a gonfiare. L’’elevato livello di glucosio nel sangue potrebbe comportare rischi seri al termine di una gravidanza, quando si può rischiare il diabete gestazionale, una patologia tipica della gravidanza che può riflettersi anche sul neonato.
Accanto a queste, sono da evitare anche te e caffè, perché eccitanti, che possono influire negativamente sul feto. In termini di nutrimento, invece, il te, nonostante contenga molto ferro, impedisce l’’assorbimento della vitamina C, importantissima in fase gestazionale.
Altra cosa da evitare è l’’alcol, che determina malformazioni nel feto.
Si possono assumere tisane calde o fredde a base di piante come la valeriana e la camomilla, che favoriscono il sonno. Altre, come la verbena e la menta, facilitano la digestione, che è così difficile nei primi periodi, in cui si è soggetti a nausea.
Il movimento è salutare sia per la mamma che per il feto, e andrebbe fatto ogni giorno, sia con delle lunghe camminate che con della ginnastica dolce. Se si ha il tempo e la voglia, la ginnastica migliore è il nuoto, tonifica e rilassa la muscolatura.
Per evitare le smagliature, invece, si possono fare massaggi a base di olio di mandorle dolci, che rendono la pelle più elastica e morbida anche nei punti più critici, continuando per molto tempo anche dopo il parto.
L’’unica zona da evitare è quella della pancia, in cui l’olio va passato delicatamente per evitare di stimolare le contrazioni uterine, prima del tempo.

dieta gravidanza

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>