Come realizzare un sistema di irrigazione fai da te

Un sistema di irrigazione molto economico e tutto fai da te si può realizzare adoperando un semplice secchio ed un tubo, infatti, in pochi passaggi si potrà creare un sistema di irrigamento detto a goccia che assicurerà la giusta quantità di acqua in modo continuo per innaffiare l’orto oppure il giardino col minimo sforzo.

Il sistema di base è molto semplice, basterà procurarsi un secchio della capienza che più si desidera (anche in base alla grandezza della zona da irrigare) che dovrà essere posizionato in una posizione rialzata rispetto al terreno per consentire un defluire naturale dell’acqua. Inoltre, è consigliabile scegliere un secchio non trasparente onde evitare che con la luce solare possano nascere delle alghe all’interno per l’effetto della fotosintesi clorofilliana. Con un cacciavite si dovrà effettuare un foro al secchio, nella zona inferiore, nel quale dovrà passare il tubo. che dovrà essere bloccato e sigillato esteriormente con un po’ di silicone.

Il tubo da utilizzare dovrà essere scelto prendendo in considerazione, per quanto riguarda il diametro, la capacità dell’acqua del secchio e tenendo presente, per la lunghezza, la zona interessata. Indicati per questi lavoretti i tubi in vinile, molto più resistenti e sopratutto più facili da lavorare rispetto a quelli classici in polietilene.

All’interno del secchio dovrà essere fissato all’estremità libera del tubo un adattatore nel quale inserire un piccolo filtro, così che l’acqua sarà sempre depurata e privata di eventuali residui. Per il filtro si potrà utilizzare quello usato per gli acquari, oppure un po’ di ovatta di poliestere facilmente reperibile presso un laboratori sartoriale o una merceria.

Una volta fissato il tubo al secchio ed applicato l’adattatore si potrà procedere con la lavorazione sul tubo stesso installando manualmente dei gocciolatoi facilmente reperibili a basto costo presso qualunque ferramenta e nei negozi di giardinaggio e di hobby. Il numero dei gocciolatoi dipenderà ovviamente dalla lunghezza del tubo e dalla porzione della zona da innaffiare.

Dopo aver creato il sistema di irrigazione basterà testarlo riempiendo il secchio con l’acqua e lasciar defluirla per verificare che non vi siano problemi, se la quantità e la posizione dei gocciolatoi sia giusta, se l’altezza del secchio è corretta assicurando la pressione giusta all’acqua.

Se il sistema di irrigazione a goccia sarà stato progettato correttamente, allora, basterà solamente riempire il secchio di acqua ogni volta che essa sarà esaurita, di tanto in tanto però occorrerà, anche, pulire il filtro ed il secchio stesso che dovrà essere sempre chiuso ermeticamente da un coperchio (per la circolazione dell’aria basterà eseguire un piccolissimo forellino su di esso) onde evitare che qualunque colpo estraneo od insetto possa entrarvi e depositare larve o uova, come, ad esempio, le zanzare.

irrigazione a goccia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>