Come rammendare le calze

È sempre molto utile essere in grado di eseguire alcune riparazioni con ago e filo. In particolare, sapere quali sono i procedimenti da seguire per rammendare un calzino ci consentirà di risparmiare qualche euro, e soprattutto di tenere sempre in ordine i nostri capi di abbigliamento. Andiamo, dunque, a scoprire nelle prossime righe come si rammendano i calzini. Per farlo avremo bisogno semplicemente di ago, ditale, filo di cotone e uovo di legno. Non è raro che il calzini si buchino, specialmente nelle cuciture della punta. Il calzino, dunque, si rovina, magari perché si è scelta una misura troppo piccola rispetto al piede, oppure perché le scarpe indossate provocano un’usura consistente. Buttarli sarebbe un peccato, ed è possibile rammendarli in maniera invisibile. Dicevamo che abbiamo bisogno di un uovo di legno. Si tratta di un oggetto molto semplice, che è possibile reperire in qualsiasi merceria, che costa davvero poco e che viene utilizzato, appunto, in questo tipo di lavori. È bene ricordare che il rammendo deve essere eseguito tenendo l’indumento a rovescio. Osserviamo, dunque, il procedimento. Iniziamo inserendo l’uovo dentro la calza, e facciamo aderire all’uovo la parte bucata. Teniamo il tessuto ben teso. Inseriamo nella cruna dell’ago un filo di cotone. A un capo del filo facciamo un piccolo nodo. È consigliabile eseguire la cucitura con filo singolo, in modo che essa non crei il minimo fastidio. Prima di agire, bisogna osservare con attenzione la cucitura, per verificare se essa sia verticale o orizzontale rispetto al filo della calza. Ora non bisogna fare altre che appuntare il filo a un’estremità della zona da rammendare. Quindi passiamo l’ago a pochi millimetri dall’estremità, sotto la stoffa. Ripassiamo il filo un’altra volta, dal lato opposto, sotto la stoffa. Facciamo attenzione a prendere poca stoffa. Quindi tiriamo, e notiamo che i due bordi del buco si sono avvicinati. Procediamo in questa maniera fino a quando il buco non si è richiuso del tutto. Come si può notare, rammendare le calze rappresenta un’operazione molto facile da eseguire. Non solo un lavoro da donne, ma anche un maschietto con un minimo di esperienza e manualità può cimentarsi senza combinare danni e anzi ottenendo la soddisfazione di aver riparato un calzino. Concludiamo ribadendo che la cucitura deve essere fatta con la calza girata al contrario per evitare di lasciare tracce visibili. Anche se la cucitura non si vedrà, è comunque importante scegliere un filo di cotone il cui colore sia il più possibile simile alla calza. Per quanto riguarda il filo, noi abbiamo consigliato di usare il filo singolo. C’è, comunque, chi preferisce utilizzare il filo doppio, così che il rammendo sia più resistente. Sarete voi a decidere quale opzione adottare. Segnaliamo, infine, che chi non dovesse disporre dell’uovo di legno e non avesse intenzione di andare a comprarlo può sostituirlo in maniera molto semplice con un uovo sodo: la sua funzione è quella di essere inserito all’interno della calza al fine di tenere in tensione i bordi del buco.

ramme

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>